1821-2021 I DUECENTO ANNI DELLA REGIA STRADA DEI GIOVI

Da duecento anni gli abitanti della Valle Scrivia utilizzano la Strada dei Giovi. E infatti proprio nel 1821 Il Regno Sabaudo (Savoia) iniziava la costruzione di una nuova strada denominata “REGIA STRADA DEI GIOVI”, riprendendo e aggiornando un progetto d’epoca napoleonica per il quale varie testimonianze archivistiche confermano come ancora nel XVII secolo i viaggi si effettuassero prevalentemente a cavallo o in sedia o a piedi (notizie tratte da Archivio di Stato di Milano).

La nuova strada doveva collegare Torino a Genova, in sostituzione della vecchia e tortuosa “Strada della Bocchetta”,” aperta oltre 400 anni fa , pista, tratturo, sentiero degli antichi Liguri, seguendo l’itinerario perenne dal mare alle vallate d’oltre Appennino. E’ l’origine di questa antica via, che incide il fianco della montagna e non ha ancora storia. La storia inizia più tardi con la presenza di Roma. Presenza militare, poi economica e politica che trasforma l’antico territorio di valico nella nuova Postumia” .

A questo punto ci si chiede, con riferimento alla Via Postumia, perché i Romani preferirono valicare i crinali dell’Appennino e rinunciare a un tracciato più breve e pianeggiante come quello della Valle Scrivia, cioè la futura Via dei Giovi?

Forse la morfologia del territorio, che presenta una serie di ostacoli naturali formati da dirupi rocciosi e strapiombi. Le difficoltà nella costruzione della nuova strada per superare l’Appennino furono davvero enormi. Quel tratto di Valle Scrivia da Pietrabissara a Ronco era poco più di una mulattiera, perché la asperità morfologiche del territorio , con grosse rocce costituivano continui ostacoli naturali. Con la polvere da sparo che facilitò il taglio della roccia, si procedette più agevolmente. L’obiettivo dei Savoia era quello di raggiungere il porto di Genova per i traffici commerciali (il vecchio approdo era in precedenza Oneglia. Infatti nel 1600 tentarono di prendere Genova con la forza, ma i Genovesi li respinsero nella battaglia della Madonna della Vittoria sopra Busalla.)

Nel giro di qualche anno la strada dei Giovi era transitabile con i mezzi dell’epoca (carri, carrozze, diligenze). Una realtà radicalmente modificata lungo un itinerario che privilegiò la Valle Scrivia nel collegamento tra Genova e l’area padana, come conferma una guida turistica stampata a Londra nel 1835 (Londra – Napoli). Un viaggiatore inglese William Brockedon così scriveva “ Oggi si evita la modesta rotabile che un tempo, scavalcando la Bocchetta, collegava Novi con Genova, e in sostituzione della strada che collegava nel passato il disagevole territorio tra Gavi e Voltaggio, è stato realizzato un nuovo ed eccellente itinerario che offre un panorama cangiante e spesso gradevole; in alcune località costeggia dirupi, in altre corre tra fertili preterie che al viaggiatore inglese ricordano la propria terra”

Le notizie storiche sono desunte dal libro di Edoardo Morgavi “SULLE TRACCE DELLE ANTICHE STRADE DALLA VALLE SCRIVIA ALLA VALLE DEL LEMME”

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Una opinione su "1821-2021 I DUECENTO ANNI DELLA REGIA STRADA DEI GIOVI"

  1. Sì, anche l’archeologo Ennio Cirnigliaro in una recente conferenza ha spiegato che per i carri romani i Giovi sarebbero stati troppo ripidi, inoltre si affacciava solo sulla strettissima alta valle Scrivia che coi mezzi di allora non era conveniente; la Postumia passava invece dalla Bocchetta (o da valichi alternativi) restando poi in quota dove il transito era più agevole.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: