La biblioteca “Gaetano Poggi” di Arquata Scrivia in un click

Grande opportunità per gli utenti più tecnologici della biblioteca “G. Poggi” di Arquata, che potranno usufruire di un nuovo servizio: il prestito digitale attraverso la piattaforma MLOL.

In che cosa consiste? Agli iscritti alla biblioteca (senza costi) è consentito prendere in prestito gratuitamente e visualizzare su smartphone e tablet numerose risorse elettroniche, e-book, giornali quotidiani (Corriere della Sera, Il Sole 24ore e La Gazzetta dello Sport), i principali periodici in edicola, ma anche audiolibri, musica, film.

L’abbonamento al portale MediaLibraryOnline è stato attivato dal Sistema Bibliotecario Tortonese e poi esteso a tutte le biblioteche aderenti, fra le quali è presente da circa un anno anche Arquata.

«E’ un’opportunità pensata per i lettori più moderni – ci dice Nicoletta Cucinella, assessore alla cultura del Comune – che prediligono l’uso delle ultime tecnologie digitali alla tradizionale versione cartacea. Permette soprattutto l’accesso al prestito librario anche a coloro che sono impossibilitati a recarsi in biblioteca, rimanendo tranquillamente a casa, attraverso una app installata sul proprio supporto mobile o con un semplice accesso al portale online».

Il materiale digitale messo a disposizione da MLOL è disponibile non solo in italiano, ma anche in numerose lingue straniere.

Per ulteriori informazioni: Biblioteca civica “G. Poggi” – tel. 0143/ 600427 negli orari di apertura al pubblico, lunedì- giovedì- venerdì ore 15- 18; martedì 9 -12. Email: biblioteca@comune.arquatascrivia.al.it

M.P.

libreria-scr

Domenica la “Giornata Magica” a Sant’Olcese

Domenica 12 si terrà a Sant’Olcese, nella frazione di Manesseno, la “Giornata Magica” con tanti eventi dal mattino fino alla sera. L’evento è organizzato dal comune di Sant’Olcese.

Durante tutta la giornata, dalle ore 8:00 fino alle ore 22:00 in via Poirè ci saranno i mercatini dell’abbigliamento con il celebre “Mercato di Forte dei Marmi”.

La mattina alle ore 9:15 partirà la quarantesima edizione della marcia podistica “Vai come vuoi”, con premiazione finale alle ore 11:30.

Gli stand gastronomici saranno aperti a pranzo a partire dalle ore 12:00 e a cena a cominciare dalle ore 19:00.

Alle ore 18:00 inizieranno gli spettacoli in via Poirè con la musica di Lunatik, DJ Perignon e Archaic Jazz Music Band.

Alle ore 21:00 il sindaco Armando Sanna consegnerà le Chiavi della Città, massima onorificenza cittadina, al gruppo di canto popolare “I Giovani Canterini di Sant’Olcese” che portano avanti la tradizione del trallallero genovese, nel corso della serata si esibirà il celebre comico Carlo Denei.

Grande conclusione, dopo la serata dance alle ore 21:45, alle ore 23:00 con lo spettacolo di fuochi d’artificio.

fuochi-dartificio

“Da due a tre” incontro dedicato ai neogenitori questa sera a Mele

Si svolgerà stasera alle ore 20:30 presso la Sala Consiliare del Comune di Mele l’incontro dal titolo “Da due a tre: essere coppia ed essere genitori” a cura del comune di Mele, dell’associazione “La giostra della fantasia” e della ASL 3 Genovese nell’ambito del ciclo “Dialoghi con i genitori”.

L’incontro a cura della dott.ssa Paola Cardinali sarà il primo appuntamento di un percorso fatto di incontri su cui condividere pensieri e riflessioni sul ruolo genitoriale e sull’importanza della relazione precoce con il proprio bambino. Destinatari principali di questo primo incontro i genitori di bambini dagli 0 ai 3 anni, i genitori in attesa, i caregiver e tutti coloro che fossero interessati. L’ingresso è libero.

Inizierà parallelamente il progetto “1000 giorni assieme” un percorso di supporto alle competenze genitoriali attraverso il sostegno e la presenza di un’equipe disciplinare nella sede di Mele in via Poggio 4 (con succursale a Genova-Prà in Villa De Mari).

Per tutte le informazioni si può contattare la sig.ra Ilaria al numero 340-3507713 o tramite mail a giostra.millegiorni@gmail.com

incontro 7 maggio(1)

 

Alessandro Bozzano (Essere Varazze): in campo per proseguire il lavoro intrapreso

Intervista con il sindaco uscente di Varazze che si ricandida per un secondo mandato

Varazze è uno dei centri più importanti che andranno al voto il 26 maggio sul nostro territorio. Il sindaco uscente, Alessandro Bozzano, ha annunciato la sua ricandidatura e in questa intervista ci spiega quanto fatto in questo ciclo amministrativo e i progetti per i prossimi cinque anni.

Avv. Bozzano, sono appena trascorsi i cinque anni di mandato amministrativo. Come è cambiata Varazze in questi anni?

Cinque anni trovai un paese assolutamente privo di programmazione, con questioni da risolvere ferme al palo e incancrenite. Mi sono messo al lavoro con la mia squadra e con i dirigenti, iniziando a progettare partendo dalle situazioni più difficili.

Quali erano gli interventi di urgenza per Varazze?

Sostanzialmente due: lo sblocco della zona Ponente, il Retro-porto che era fermo da ormai quindici anni e l’acquisizione delle aree dei Cantieri Baglietto. La seconda è stato chiedere subito al Ministero di avere un distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco.

La sua lista è cambiata rispetto a cinque anni fa?

Abbiamo mantenuto lo stesso nome, “Essere Varazze”, ci sono diverse conferme dell’amministrazione uscente e alcuni nuovi ingressi.

Proprio riguardo alla lista, è stato molto dibattuto l’appoggio dei partiti alla sua lista…

La mia lista ricalca l’ipotesi di governi che feci nel 2014, è una lista civica che racchiude al suo interno diverse sensibilità e chiude su un programma condiviso. La considero una lista “del fare”. Penso che il “fare” ci abbia contraddistinto, basta fare un giro per la città.

Riguardo all’acquisizione dei Cantieri Baglietto come sta andando avanti la questione?

In base al federalismo demaniale abbiamo acquisito l’immobile a monte, il Demanio ha fatto uno studio di fattibilità in cui si prevede la demolizione dei cantieri e verrà fatta un’opera di grande interesse pubblico, la messa in sicurezza della parte terminale del rio Rianello, verrà creata una passeggiata e due immobili, uno per la Baglietto e l’altro per le associazioni nautiche del territorio varazzino. Ricordo, per chi non è di Varazze, che la Baglietto è un’attività ancora oggi esistente ed importante, che impegna quaranta addetti e si occupa di rifitting.

Nel corso dei cinque anni di mandato che cosa altro è stato fatto di importante per la città?

La terza cosa è stata la messa in sicurezza integrale e la riapertura al pubblico del Parco del Boschetto, chiuso ormai da un decennio, è stato installato un chiosco con un’attività commerciale ed il Parco è stato adattato per ospitare eventi, sono state tagliate e rimpiantumate le palme, colpite dal punteruolo rosso.

Un argomento su cui abbiamo lavorato moltissimo è stata la raccolta differenziata, nel 2014 eravamo appena al 28 per cento, oggi siamo saliti al 64 per cento, non abbiamo fatto il sistema porta a porta perché in un comune che ogni estate triplica come minimo la popolazione è infattibile, abbiamo installato il sistema di prossimità ad accesso controllato. Questo ha portato ad un abbassamento delle tariffe per la cittadinanza, l’eco-tassa è passata da 158 mila € a 51 mila €.

Tra le altre cose fatte in questi anni ci sono anche il trasferimento dell’Ente Parco Beigua, che oggi è ospitato nello splendido Palazzo del Beato Jacopo, sono state ristrutturate le scuole di Alpicella e create sempre nella frazione delle palazzine di edilizia sociale per famiglie in difficoltà economica, il ripristino in tempo record di viale Europa devastato dalle mareggiate di quest’autunno ed il campo sportivo con la nuova pista di atletica che ci invidiano tutti nonché la telecamerizzazione del territorio, che oggi è interamente videosorvegliato.

Uno dei suoi avversari ha detto che in questi cinque anni è mancata completamente la comunicazione tra l’Amministrazione ed i cittadini, come risponde in merito?

È un sistema per non fare le cose. Capisco che il candidato Massimo Lanfranco dica questo, ma così non si riesce a far nulla. Personalmente non sono per i bilanci partecipati, ma per fare le cose e decidere senza farsi tremare le gambe. Bisogna portare il programma di governo ai cittadini e portarlo per i cinque anni, parlarne e seguire il programma. Non ha senso ogni volta andare per dire se è giusto quello che si fa, è un segno di debolezza che porta a grande incapacità decisionale.

Al momento come trova il clima tra le persone per la campagna elettorale?

Una buona squadra deve dedicare la stragrande maggioranza del suo tempo su quello che vuol fare lei, chi passa il tempo a studiare gli avversari è debole. La voglia di cambiamento emerge nella cittadinanza a seguito di un buon o un cattivo governo. Mi sento di dire che la voglia di cambiamento sia decisamente inferiore rispetto a cinque anni fa.

Infine dei tre candidati in campo chi considera il più insidioso?

Non faccio pronostici, però bisogna dire che la nostra è l’unica lista realmente civica mentre i concorrenti sono espressioni politiche. Lanfranco ha il simbolo ufficiale del Movimento 5 Stelle, Enrico Caprioglio ha una lista marcatamente di destra con molti esponenti della vecchia amministrazione Delfino, sonoramente bocciata cinque anni fa ed Elsa Roncallo ha una lista marcatamente di sinistra con molti esponenti dell’amministrazione Busso, di cui anche io feci parte ma ormai stiamo parlando di quindici anni fa.

Fabio Mazzari

53283306_2358640544198840_7482753299389612032_n

I volontari dell’Unicef in azione a Cogoleto

I volontari del comitato Unicef di Genova, guidati dal presidente Franco Cirio, si sono recati ieri a Cogoleto, dove hanno dato il benvenuto ai nuovi nati della cittadina della Riviera di Ponente insieme alle “pigotte”, le bambole realizzate dalle volontarie dell’Unicef che vengono vendute per raccogliere fondi in favore dei bambini meno fortunati.

L’iniziativa di Cogoleto, spiegano dal comitato Unicef di Genova, è la premessa per costruire una città davvero a misura di bambini. Un sentito ringraziamento alla dottoressa Maria Teresa Mosca, volontaria dell’Unicef di Cogoleto.

20190504_153558

Premiati i vincitori del concorso “Alimentazione nel carrello della spesa”

Lunedì 6 maggio nell’aula magna dell’I.C. Galileo Galilei di Alessandria avrà luogo la premiazione del concorso “Alimentazione nel carrello della spesa”, che conclude l’edizione 2018/2019 del corso “Insegnanti a scuola di alimentazione”.

La terza edizione del concorso era aperta ai partecipanti al corso (riconosciuto ai fini della formazione docenti) organizzato da Agriturist Alessandria, Confagricoltura Alessandria, ASL AL, Università del Piemonte Orientale e Istituto Comprensivo Galilei di Alessandria con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte – Ambito Territoriale di Alessandria.

Il tema di quest’anno era ‘Le sane abitudini alimentari a scuola’. Con questo abbiamo inteso premiare buone pratiche, opportunamente documentate in formato digitale, svolte dagli insegnanti con gli alunni a partire dalla lettura delle etichette delle merendine e delle bevande consumate nell’intervallo. Il nostro obiettivo finale, come sempre, è una visibile ricaduta del percorso formativo sull’attività didattica svolta in classe” hanno dichiarato gli organizzatori.

Agriturist Alessandria elargirà 4 voucher, uno per ogni categoria di scuola, per la visita in una fattoria didattica, spese di trasporto incluse ove affrontate: l’insegnante vincitore e la sua classe si recheranno a maggio/giugno in una fattoria del circuito dell’associazione agricola, dove potranno effettuare un laboratorio e vivere un’esperienza didattica in campagna.

Per la categoria scuola dell’infanzia, la maestra Maria Giuseppina Rota della scuola dell’infanzia “Menada” di Pecetto di Valenza, accompagnata dai 27 alunni di 3-6 anni, sarà premiata dalla prof.ssa Bruna Balossino, referente per la salute e l’educazione, in vece di Leonardo Filippone, dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte – Ambito Territoriale di Alessandria, con la visita alla fattoria didattica “La Fornace” di Alessandria di Maria Teresa Bausone.

L’insegnante Cinzia Mori insieme con i 28 alunni di 8-9 anni della classe 3^C della scuola primaria “Don Minzoni” di Valenza riceverà il voucher per la gita a “Podere La Rossa” di Morsasco di Franco Priarone dal direttore di Confagricoltura Alessandria Cristina Bagnasco.

dav

Il docente di Educazione fisica Roberto Fabio con i 22 alunni di 12-13 anni della 2^A della scuola secondaria di I grado “Parini” di Portacomaro verrà premiato dalla referente scientifica dell’ASL AL,  dott.ssa Maria Caterina Maconi, con la visita alla fattoria didattica e azienda agricola “La Pederbona” di Spinetta Marengo di Francesca Capra.

Il professore di Lettere Egidio Franco Lapenta con i 24 alunni di 17-19 anni della 4^AL della scuola secondaria di II grado I.I.S “Saluzzo – Plana” di Alessandria si aggiudicherà il laboratorio enologico dall’azienda “La Casaccia” di Cella Monte della famiglia Rava con consegna del diploma da parte di Elia Ranzato e Simona Martinotti dell’Università del Piemonte Orientale.

La dott.ssa Maria Paola Minetti, dirigente scolastico dell’I.C. Galilei, conferirà a nome della giuria un riconoscimento particolare all’insegnante Roberta Demarchis per l’originalità della recita dei piccoli della scuola dell’infanzia “Negri” di Casale Monferrato tramite la consegna di gadget di Confagricoltura Alessandria, cui seguirà l’esibizione pubblica da parte dei bambini.

A tutti i presenti in sala saranno inoltre consegnati i gadget gentilmente offerti dall’editore “Informatore Agrario”.

Durante la premiazione sarà presentato il libro “Grappolina e l’alimentazione”, edito da Grappolo di Libri, che raccoglie i migliori lavori dell’edizione 2017-2018, alla presenza di numerosi insegnanti che hanno frequentato lo scorso anno.

Il progetto “Insegnanti a scuola di alimentazione” ed il libro “Grappolina e l’alimentazione” verranno illustrati al Salone del libro di Torino il 9 maggio 2019 alle ore 12 nella Sala arancio.

Nell’augurare una buona fine di anno scolastico a tutti gli alunni e gli insegnanti, Agriturist fa presente che a settembre ritornerà il corso “Insegnanti a scuola di alimentazione” e tutte le attività dell’opuscolo “Scatta il verde, vieni in campagna”.

Rosanna Sparacino – Ufficio Stampa Confagricoltura

sdr

Novi Pallavolo, il futuro è giovane. Bene la linea verde ad Alba

La squadra novese conclude in bellezza il campionato

Il sesto posto finale, in coabitazione con Busseto, restituisce alla Novi Pallavolo una dimensione piu’ reale dopo le triplici sconfitte con Genova, S. Anna e Saronno.

Mister Quagliozzi può essere ben ottimista per la stagione che verrà perché ad Alba la sua squadra ha saputo reggere bene la forza d’urto degli avversari, bene Bettucchi, che ormai nel ruolo di opposto sembra essersi calato alla perfezione, bene anche Bassanese, titolare inamovibile per tanti anni.

Ora Novi e i suoi tifosi possono guardare al futuro con fiducia, la politica dei giovani sembra dare buoni frutti, l’importante è sapere di avere dietro una base solida.

Nel dopogara spazio ai commenti a cominciare proprio da mister Quagliozzi:” Una gara giocata bene da entrambe le squadre, noi abbiamo avuto una partenza positiva, il nostro calo in battuta ha coinciso col set perso, per il resto abbiamo gestito la situazione; questo 3-1 (25-20,25-22,23-25,25-23) è meritato, i ragazzi sono stati sempre attenti, Alba ha fatto un ottimo campionato e non ci ha certo agevolato quindi il merito è tutto nostro”.

57209102_3130252056986728_5899781121775763456_n

Angelo Prato, palleggio:” La mia stagione personale è stata positiva, quella del Novi è comunque positiva anche se c’è rammarico, gli infortuni ci hanno condizionato, perdere il nostro capitano a metà stagione ci ha penalizzati nella corsa ai play-off; finale di stagione in crescendo, due vittorie di carattere, il futuro è rosa”.

Andrea Bettucchi, opposto:” Gara simile a quella contro il Garlasco, siamo stati subito aggressivi, un calo nel terzo set ma poi ci siamo subito ripresi; il voto complessivo a questa stagione di Novi è un bel sette, i giovani ci stanno dando una grossa mano e per l’anno venturo saranno protagonisti”

Gianluca Bassanese, libero:” Il mio primo anno a Novi è stato positivo, l’idea è quella di rimanere e di creare un gruppo giovane ma vincente”.

Per Alba parla il diesse Carmelo Costa:” Novi ha dimostrato di meritare la vittoria, hanno giovani molto interessanti, ho visto molto bene il Loro palleggiatore (Prato) e il loro libero (Bassanese), in gara poi Novi è stata piu’ concreta, per noi potevano essere tre punti per cercare il podio posto ma alla fine va bene così; noi potevamo fare qualcosa in piu’ in questo campionato, la bella partenza è stata sprint con nove vittorie, il quarto posto finale non è certo da buttar via, speravo però nella final-four di coppa Italia, questo è il mio piu’ grande rimpianto”.

B_Squadra

IPSE DIXIT: “Il mio futuro a Novi?; ne parleremo in settimana con i dirigenti” (Andrea Bettucchi)

Così ad Alba: Prato, Bettucchi, Zappavigna, Belzer, Romagnano, Scarrone, U. Quaglieri (libero), Bassanese (2°libero): utilizzati Volpara, Semino, Repetto

Classifica finale: Volley Parella Torino 66 (play-off), Caronno Pertusella Va 56 (play-off), Cerealterra 51, Alba 47, Opem Parma 46, Novi Pallavolo, Busseto 45, Savigliano, Garlasco 36, S. Anna Torino 33, Cus Genova 32, Pallavolo Saronno 30 (retrocesso), Pavic 19 (retrocesso), Pro Patria Va 4 (retrocesso)

L’EDITORIALE: LA NUOVA SFIDA DI QUAGLIOZZI

di Mario Bertuccio

La promessa fatto qualche settimana fa è come un contratto già firmato; mister Quagliozzi non si sottrae certo ai suoi doveri di tecnico meticoloso, annuncia un futuro stabile e alla carta stampata fa sapere che per ottobre avrà un gruppo amalgamato.

In effetti, vedendo le ultime due partite del Novi, ci vien da pensare che quella frase detta dopo la sfida interna col S. Anna Torino non sia stata buttata lì a casaccio ma il frutto di un progetto che sta nascendo, ovvero la Novi Pallavolo 2.0.

Non ci saranno stravolgimenti ma qualche novità, quella si; e dove pescherà mister Quagliozzi?; semplice, dalle varie “under” che si stanno ritagliando, da anni, i meritati spazi in ambito provinciale e regionale; trovare il sostituto di Moro sembra cosa già risolta, con Bettucchi che, come un diesel, sta finalmente carburando bene; mantenere la categoria, questo è lo scopo finale, i gufi che scrivono sui giornali locali possono anche volare altrove.

Mario Bertuccio

Si è svolto ieri al Museo dei Campionissimi il convegno su ciclismo e doping

Il saluto da parte dell’Amministrazione Comunale di Novi Ligure del Sig. Sindaco Rocchino Muliere e dell’Assessore allo Sport Stefano Gabriele, un convegno sulla prevenzione e tutela della salute nello sport , organizzato nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della nascita di Fausto Coppi .

Un ringraziamento anche al Responsabile dell’UNVS Nazionale maglia etica Andrea Desana, e Torti responsabile della manifestazione per dilettanti maglia etica antidoping che si corre a Molino dei Torti in provincia di Alessandria. Il saluto del Ministro della salute Grillo che per impegni non poteva intervenire .

L’ottenimento del patrocinio Coni sottolinea il massimo apprezzamento da parte delle istituzioni sportive per il convegno ”Maglia etica antidoping, un simbolo per la correttezza e la lealta’ nello sport nel solco dei valori vincenti di Fausto Coppi” oggi lunedi’ 6 maggio, organizzato, nel centenario della nascita del piu’ grande corridore all time, dall’Assessorato allo Sport e Politiche Giovanili del Comune di Novi Ligure Stefano Gabriele al fine di realizzare un momento di confronto e riflessione – riservato agli studenti delle scuole secondarie superiori – sulla pratica sportiva proiettata nel Terzo Millennio, con attenzione scrupolosa alle insidie costanti per integrita’ e salute portate da scienza e farmacologia parallele.

Rendez-vous al Museo dei Campionissimi, h 11,00, per una lezione con interventi di massima autorevolezza e prestigio partendo dal concetto diretto e immediato espresso negli ultimi anni nelle terre di origine del Grande Airone dalla mission di maglia etica antidoping: la casacca che, dal 2014, nello storico appuntamento del ciclismo giovanile rappresentato dal Circuito Molinese per dilettanti di Molino dei Torti, premia l’atleta impostosi nello specifico traguardo volante con conseguente accettazione volontaria di sostenere a fine gara un controllo a tutela della salute, svolto dall’Asl di Alessandria, per evidenziare la sua totale estraneita’ al ricorso a sostanze illecite.

Nel percorso del focus sui principi di prevenzione e sensibilizzazione per formare individualita’ – prima che agonisti – responsabili, si susseguiranno al Museo le relazioni del professor Renato Balduzzi, membro del Consiglio Superiore della Magistratura, in precedenza Ministro della Salute nel governo Monti, del generale Adelmo Lusi, comandante nazionale dei Carabinieri dei N.A.S. – Nuclei Antisofisticazione e Sanita‘ – e del professor Gianfranco Beltrami, vicepresidente vicario con delega oer l’antidoping di F.M.S.I,, Federazione  Medico Sportiva.Italiana

Per i ragazzi la certezza di ricevere input significativi e stimolanti per analizzare e interagire.

MUSEO-DEI-CAMPIONISSIMI

Novi Ligure, inquinati i pozzi del Basso Pieve

Venerdì 3 maggio il comune di Novi Ligure ha emesso un’ordinanza di divieto dell’acqua per usi alimentari e non, provenienti dai pozzi situati nell’area presso la residenza “La Serenella”.

Il provvedimento del comune conferma le ordinanze n.10 e n.22 di quest’anno, a seguito di analisi dell’ARPA in cui vengono ribadite criticità di alcuni pozzi.

I rapporti di ARPA hanno individuato la presenza di solventi clorurati in una concentrazione superiore al limite consentito dalle norme ambientali e sanitarie.

A causa della posizione dei pozzi rispetto alla falda acquifera drenante le acque della valle dello Scrivia e la localizzazione del cantiere del Terzo Valico Ferroviario in località Pieve, si è esclusa una possibile correlazione tra l’opera e i pozzi.

Sta proseguendo l’accertamento della campagna di indagine portata avanti da ARPA per individuare la causa del fenomeno inquinante.

water well

Conclusa la mostra “Disegna il Parco del Beigua”

Si è conclusa ieri la mostra “Disegna il Parco del Beigua” presso il centro commerciale “Corte di Mare” di Varazze. Il concorso ha visto protagonisti gli alunni delle scuole di Voltri, Arenzano, Cogoleto, Varazze, Albissola, Stella e Sassello.

I ventuno elaborati sono stati esposti in un apposito spazio della galleria commerciale dove i visitatori hanno potuto analizzare, giudicare e scegliere con calma i disegni da premiare.

La fantasia degli studenti e delle maestre ha consentito lo sviluppo di tematiche interessanti ed ha fatto conoscere al pubblico il folletto Beig.

Per la giornata conclusiva la Pasticceria di Sambuco di Voltri ha realizzato in diretta crostate per i bambini e le loro famiglie presenti.

La premiazione finale si terrà giovedì 9 alle ore 17:00 nella Galleria Commerciale.

V_a45f3eeafd

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: