Il 25 aprile porta un tricolore e sali in Antola

Dopo l’edizione del 2018 che ha visto una grande partecipazione, si rinnova anche quest’anno l’evento “Porta un tricolore e sali in Antola” per celebrare la ricorrenza del 25 aprile.

L’evento è organizzato dal Rifugio Parco Antola con la collaborazione dell’Ente Parco, dell’associazione Borghi Autentici d’Italia, del CAI e di molte associazioni dell’outdoor.

Dal 2015 in poi tante persone, in particolare ragazzi e camminatori entusiasti si recano sulla cima del Monte Antola con la bandiera italiana unendo così la passione per la natura all’importanza di ricordare la sconfitta del nazifascismo.

Per questo 74°anniversario saliranno in Antola associazioni, gruppi e famiglie da molte località della Val Trebbia, della Valle Scrivia e della Val Borbera.

Appuntamento è alle ore 11:00 sulla vetta con la commemorazione, la benedizione solenne e la deposizione della corona che, quest’anno, verrà installata sulla targa dedicata a Guido Rossa restaurata in occasione del 40° anniversario dal suo assasinio.

Alle ore 14:00 ci sarà il ricordo “Guido Rossa: l’uomo, l’alpinista, il sindacalista” omaggio con immagini, parole ed emozioni ad una personalità chiave nella lotta al terrorismo durante gli “anni di piombo”.

Salvatore Gargioni, presidente del CAI – sezione di Genova Bolzaneto e compagno di cordata di Guido Rossa testimonierà la vicenda, che ancora oggi è fonte di valori e riflessioni importanti per le nuove generazioni.

celebrazione 2018 - foto Roberto Costa

Campionati del mondo di scherma a Torun: Federica Isola oro nella spada femminile giovani

TORUN2019 – Le lacrime, un lungo abbraccio e Gaia Traditi a sollevarle le mani verso il cielo, proclamandola campionessa del Mondo. Federica Isola aveva inseguito l’oro Mondiale giovanile durante tutto il suo splendido percorso e l’ha afferrato all’ultima gara utile. Ai Campionati del Mondo Cadetti e Giovani di Torun, la vercellese dell’Aeronautica classe 1999 ha conquistato il suo primo titolo iridato al termine di una finale tutta Azzurra con Gaia Traditi conclusa col punteggio di 15-12.

La spadista cresciuta nella Pro Vercelli e allenata dal maestro Massimo Zenga ha dominato la gara bissando il titolo europeo conquistato a Foggia un mese fa. Dopo aver chiuso al quarto posto la fase a gironi (solo vittorie per lei), ha superato la polacca Domnika Pawlowska nel tabellone delle 64 col punteggio di 15-7, la rumena Alexandra Predescu nelle 32 con identico score, la giapponese Ruka Narita nelle 16 per 15-9, trovando poi l’accesso alla zona medaglie grazie al 15-12 rifilato all’estone Karoliine Loit nei quarti di finale. In semifinale è poi arrivato il successo per 15-14 sulla sud coreana Kim Sieun.

La vittoria del titolo Mondiale ha permesso a Federica Isola di confermarsi anche come vincitrice della Coppa del Mondo Under 20, già conquistata l’anno scorso, scavalcando la russa Anastasia Soldatova. Ventitreesimo posto per l’altra piemontese Alessandra Bozza, anche lei in forza all’Aeronautica Militare ma di base all’ISEF Eugenio Meda Torino col maestro Maurizio Mencarelli, sconfitta per 15-14 nel tabellone delle 32 dall’americana Emily Vermeule. Sessantaduesimo nella spada maschile Giovani Daniel De Mola (Carabiniere dell’Accademia d’Armi Marchesa Torino), sconfitto nel tabellone dei 64 per 15-10 dal kazako Kiril Pavlov.

Federica Isola medaglia TORUN2019

CAMPIONATI DEL MONDO CADETTI E GIOVANI TORUN2019 – SPADA FEMMINILE – GIOVANI – Torun, 12 aprile 2019
Finale
Isola (ITA) b. Traditi (ITA) 15-12

Semifinali
Isola (ITA) b. Kim Sieun (Kor) 15-14
Traditi (ITA) b. Candreva (Usa) 15-10

Quarti
Kim Sieun (Kor) b. Vermeule (Usa) 15-14
Isola (ITA) b. Loit (Est) 15-12
Candreva (Usa) b. Zharkova (Rus) 15-14
Traditi (ITA) b. Cagnin (ITA) 15-12

Tabellone dei 16
Traditi (ITA) b. Soldatova (Rus) 15-11
Cagnin (ITA) b Varfolomyeyeva (Ukr) 15-13
Isola (ITA) b. Narita (Jpn) 15-9

Tabellone dei 32
Vermeule (Usa) b. Bozza (ITA) 15-14
Isola (ITA) b. Predescu (Rou) 15-7
Traditi (ITA) b. Kim Chearin (Kor) 15-14
Cagnin (ITA) b. Benea (Rou) 15-12

Tabellone dei 64
Bozza (ITA) b. Masalo (Ltu) 15-5
Isola (ITA) b. Pawlowska (Pol) 15-7
Traditi (ITA) b. Janelli (Pol) 15-6
Cagnin (ITA) b. Doskova (Cze) 15-7

Tabellone dei 128
Bozza (ITA) b. Vizeu (Bra) 15-3

Fase a gironi
Federica Isola: 6 vittorie, nessuna sconfitta
Alessandra Bozza: 4 vittorie, 1 sconfitta
Beatrice Cagnin: 5 vittorie, 1 sconfitta
Gaia Traditi: 6 vittorie, nessuna sconfitta

Classifica (156): 1. Isola (ITA), 2. Traditi (ITA), 3. Candreva (Usa), 3. Kim Sieun (Kor); 5. Vermeule (Usa), 6. Loit (Est), 7. Zharkova (Rus), 8. Cagnin (ITA).
34. Bozza (ITA).

Federica Isola trionfo TORUN2019

La 18° edizione della Granfondo “Dolci Terre di Novi”

Questa domenica si svolgerà la 18° edizione della gara ciclistica Gran Fondo – Dolci Terre di Novi.

La gara è organizzata dal comune di Novi Ligure e dal Museo dei Campionissimi con la sponsorizzazione di Romman Bikes.

Il programma della gara vedrà la partenza alle ore 10:00 da corso Marenco con arrivo al viale dei Campionissimi di fronte al Museo.

La “Dolci Terre di Novi” è la prima prova del circuito di Coppa Piemonte, si tratta di una gara granfondo veloce e coinvolgente. Il percorso si snoda tra le colline del Gavi e della Val Borbera, con diverse salite e dislivelli in cui gli atleti partecipanti cercheranno di dare il massimo possibile.

IMG_7615

Gli studenti del Liceo Peano hanno partecipato ad un progetto didattico sul Divisionismo

La classe 5° scienze umane del Liceo Peano, in collaborazione con il museo il Divisionismo, ha partecipato ad un progetto di didattica museale proposto dalla professoressa Manuela Bonadeo.

Visitata la pinacoteca e approfondita la conoscenza della collezione, i ragazzi hanno sperimentato le attività che solitamente vengono proposte ai bambini al termine della visita. In seguito ad alcuni incontri in classe con Michela Moratto, responsabile delle attività didattiche della pinacoteca, gli studenti hanno sommato le conoscenze acquisite dai loro studi di pedagogia e psicologia a quelle della didattica museale sperimentata in pinacoteca: il risultato è stata l’elaborazione di attività laboratoriali da proporre ai piccoli visitatori.

Attività che sono state oggetto di osservazione quando, negli scorsi giorni, gli alunni di 5ª elementare dell’Istituto comprensivo di Viguzzolo hanno messo in pratica il laboratorio ideato per loro.

I bambini sono stati coinvolti in maniera efficace e hanno risposto alle richieste con partecipazione ed entusiasmo, dimostrando ancora una volta quanto l’arte possa coinvolgere: attraverso i laboratori, gli studenti possono mettere in gioco la loro creatività, potenziare l’attenzione e immergersi nella conoscenza delle ricchezze culturali del nostro territorio.

Prof.ssa Maria Rita Marchesotti

foto3

Ezio Minetti in mostra al Museo della Carta di Mele

Fino a domenica 21 aprile sarà visitabile, presso il Museo della Carta di Mele, la mostra personale di Ezio Minetti “Lasciar liberamente passar”, organizzata dall’associazione culturale “Le Muse”.

L’artista ovadese realizza opere utilizzando esclusivamente materiali buttati in strada e recuperati, trasformando gli oggetti seguendo le proprie emozioni personali, restituendo una nuova vita agli oggetti.

La mostra sarà visitabile nei giorni di apertura del museo, ovvero dal mercoledì alla domenica dalle ore 11:30 alle ore 17:00.

936077_190476704476075_764373559_n

Incontro a Sant’Olcese con l’autrice Chiara Ferraris

Martedì 16 aprile alle ore 18:30 presso il Centro socio-culturale di Sant’Olcese (via Gramsci 11 – località Manesseno) si terrà la presentazione del libro “L’impromissa” alla presenza dell’autrice Chiara Ferraris. L’evento è organizzato dall’assessorato alla cultura del Comune di Sant’Olcese.

Il romanzo è la storia di una famiglia, di un amore e dell’Italia intera. Protagoniste delle pagine del libro sono le donne: le loro scelte, la loro forza e il loro sacrificio.

Chiara Ferraris è una giovane e promettente autrice della Val Polcevera che ha recentemente dato alle stampe questo nuovo romanzo.

screenshot_20190411-190954_adobe-acrobat5767720897882291876.

Il Consiglio Comunale di Novi Ligure del 10 aprile

Sono stati approvati tutti all’unanimità i punti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale svoltosi ieri sera, mercoledì 10 aprile. All’Assemblea, infatti, erano presenti nove Consiglieri della maggioranza e nessuno dell’opposizione. Gli argomenti trattati erano già stati esaminati all’interno delle Commissioni competenti.

All’inizio è stata approvata definitivamente la variante parziale al Prg (Piano regolatore generale) relativa all’area urbana (già adottata dal Consiglio Comunale nella seduta dell’11 febbraio scorso) con le relative controdeduzioni alle osservazioni presentate. Il documento, che ha ottenuto parere favorevole dalla Provincia di Alessandria, è una variante di adeguamento sia agli strumenti urbanistici, sia alle nuove disposizioni normative degli ultimi anni e risponde a una serie di richieste formulate dai cittadini. Prevede modifiche ad alcuni strumenti urbanistici, alla viabilità ed ai parcheggi, ad alcune aree verdi, ad alcune aree di complesso ambientale.

Altre modifiche riguardano la zona industriale con la trasformazione di due lotti edificabili di proprietà comunale in aree a standard e lo spostamento della capacità edificatoria in due altri lotti, per rispondere a specifiche richieste di potenziamento dell’attività produttiva da parte di operatori già presenti in aree limitrofe (ditte Bodrato e ASI).

Modificato anche l’uso delle aree ferroviarie in via S. Giovanni Bosco e nello scalo ferroviario di San Bovo individuate dal vigente P.R.G. come aree demaniali delle Ferrovie dello Stato e quindi non normate. Si è operata una modifica delle norme di attuazione, non solo quella di via S. Giovanni Bosco di proprietà della società GEFER che implementerà la sua attività di manutenzione dei mezzi ferroviari, ma di tutte le aree ferroviarie anche in previsione del riuso dello Scalo ferroviario di San Bovo.

Altra modifica è l’estensione nell’area del Cipian della possibilità di vendita di prodotti ingombranti, arredamento, esposizione veicoli, come nell’area industriale nord-ovest. e l’individuazione di due lotti in lotti edificabili su richiesta della società Specialacciai, che saranno successivamente acquisiti dalla stessa.

Sono state riconfermate con ulteriori precisazioni, le disposizioni normative sull’area dello stabilimento Pernigotti, atte ad ostacolare possibili attività speculative di carattere immobiliare. La Variante prevede altresì la reiterazione dei vincoli, che non sono stati eliminati.

Si è proseguito con l’accorpamento a demanio stradale di strade e pertinenze in zona Cipian. L’approvazione della deliberazione consiliare risolve finalmente un annoso problema di competenze relativo all’area artigianale.

È stato approvato anche il secondo aggiornamento del Dup 2019/2021 (Documento unico di programmazione) con il piano alienazioni e valorizzazione del patrimonio immobiliare.

La seduta è terminata con la ratifica della quinta variazione del Bilancio di Previsione.

Si tratta – ha spiegato l’Assessore al Bilancio – di variazioni compensative che contengono due poste principali in entrata: 120 mila euro di un contributo regionale per il Teatro Marenco e 169 mila euro versati dall’azienda Smurfit che saranno utilizzati per interventi di manutenzione. Il versamento chiude un’annosa vicenda relativa a un credito vantato dal Comune nei confronti dell’imprenditore Valter Marletti, poi fallito, successivamente trasferito all’acquirente dello stabilimento.

Ufficio Stampa Comune di Novi Ligure

municipio-novi-998x640

Nuovi laboratori di lettura per bambini alla libreria “Stelle alla Cannella”

Prosegue alla libreria per bambini “Stelle alla Cannella” di Varazze gli eventi di promozione e socializzazione rivolti ai bambini più piccoli, ai loro genitori e ai loro accompagnatori.

Domani alle ore 11:00 “Le letture dietro l’angolo” un laboratorio d lettura ad alta voce per i bambini dai tre ai sei anni con prenotazione necessaria.

Domenica alle ore 16:00 è la volta invece di “Zuppa di drago”: un simpatico evento come vede come protagonista… il minestrone! Non certamente la pietanza più amata dai bambini ma che con la zuppa di drago diventerà una vera golosità. L’evento è con l’autrice Letizia Iannaccone e l’illustratore Ste Tirasso con lettura ad alta voce del libro mentre verranno mostrate le tavole illustrate. Alla fine ci sarà una piccola merenda e la firma copie. Prenotazione necessaria, costo dell’evento 5 €.

Varazze-libreria-Stelle-alla-cannella.14.04.2019-presentazione-mostra-libro_Zuppa-di-drago

I luoghi simbolo delle Marche in mostra al Museo Tubino di Masone

È in corso al museo civico “Andrea Tubino” di Masone la mostra fotografica “I luoghi simbolo delle Marche” visitabile nei giorni di apertura del museo fino al 26 maggio.

La mostra è dedicata alle Marche, terra di monti, colline e borghi medioevali raccontati da chi la vive, chi l’ha vissuta e chi la porta nel cuore.

The Marche Experience” è la prima mostra fotografica di quest’anno al museo di Masone ed è una raccolta accuratamente selezionata dal direttore mostre FIAF, Fabio Mariani, dal fotografo e delegato FIAF, Francesco Russo, dal fondatore di “The Marche Experience” Emanuele Zallocco e dall’amministratore responsabile della stessa, Patrizio Paialunga.

Una mostra ricca di immagini che raccontano storia, cultura, bellezza e vita quotidiana di un ambiente in cui il paesaggio gioca il ruolo fondamentale di parte integrante dello scorrere del tempo.

Nella mostra sono presenti cinquanta immagini di quarantadue fotografi diversi, professionisti e non, che cercheranno di raccontare brevemente questa regione.

53413455_2314449895243218_6659152848904781824_o

Novi Ligure: vantaggi per i cittadini che intendono riqualificare il patrimonio immobiliare

L’Amministrazione Comunale di Novi Ligure promuove la manifestazione di interesse per raccogliere le istanze di privati (cittadini, società, imprenditori e altri) ai sensi della nuova legge regionale n° 16 del 4 ottobre 2018, ovvero “Misure per il riuso, la riqualificazione dell’edificato e la rigenerazione urbana” (in vigore dal 26 ottobre 2018).

La legge ha per obiettivi la limitazione del consumo di suolo e la riqualificazione della città esistente, aumentando la sicurezza statica dei manufatti, le prestazioni energetiche degli stessi e migliorando la qualità ambientale paesaggistica e architettonica del tessuto edificato, attraverso interventi di riqualificazione degli edifici esistenti, interventi di rigenerazione urbana e recupero di sottotetti e rustici.

Le nuove norme si applicheranno pertanto non solo nel caso di edifici degradati, ma anche nel caso di edifici di scarsa qualità architettonica, ambientale e paesaggistica; altresì verranno applicate per scarsa qualità igienico funzionale, per mancata sicurezza da un punto di vista sismico, o se non sostenibili sotto il profilo energetico.

Gli operatori privati, pertanto, potranno trasmettere all’Amministrazione comunale manifestazioni di interesse di riqualificazione edilizia che riguardano: ristrutturazione (anche tramite demolizione e ricostruzione) con ampliamento (ovvero sostituzione edilizia con ampliamento); proposte progettuali di rigenerazione urbana al fine di consentire l’individuazione di edifici o di gruppi di edifici che potranno beneficiare delle premialità previste dalla legge (ampliamenti variabili in funzione della destinazione d’uso e del tipo di intervento edilizio).

Le comunità interessate dagli interventi di rigenerazione urbana e gli operatori economici saranno coinvolti dall’Amministrazione tramite azioni partecipative di consultazione. Il Comune provvederà a definire i tempi entro cui concludere la consultazione preventiva e a pubblicare gli esiti del dibattito.

Le istanze relative alla riqualificazione potranno essere inviate dal 3 giugno al 31 ottobre 2019. Sull’accoglimento o sul rigetto delle istanze si esprimerà il Consiglio Comunale entro 120 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione delle istanze.

Le istanze relative alla rigenerazione urbana potranno essere inviate dal 1° novembre al 30 aprile 2020. Sull’accoglimento o sul rigetto delle istanze si esprimerà il Consiglio Comunale entro 120 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione delle istanze.

Ogni ulteriore chiarimento e approfondimento sarà reperibile nella manifestazione di interesse pubblicata sul sito internet del Comune. L’Amministrazione comunale darà adeguata comunicazione alla cittadinanza, ai tecnici, alle associazioni di categoria sulle due giornate, sia per quanto riguarda gli interventi di riqualificazione edilizia sia per quanto riguarda la consultazione preventiva e concertata con gli operatori privati per gli interventi di rigenerazione urbana.

tasse-casa-890x395_c

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: