Campi e coltivazioni danneggiati dalla grandinata di ieri sera

Sono state pesantemente colpite in particolare le zone del Tortonese e del Novese dal violento nubifragio che si è abbattuto sulla provincia di Alessandria nella serata di ieri.

Nel giro di pochi minuti una violenta scarica di acqua ha investito anche l’agricoltura, in alcune zone si è verificata anche la grandine.

Spiega l’imprenditore Cia Vittorio Tallone di Novi Ligure: “Il grano l’ho trebbiato quasi completamente durante la scorsa settimana, quello rimasto in piedi è però compromesso e si può dire sia andato perso; chi ha campi di pomodori, invece, non raccoglierà nulla perchè sono stati distrutti dalla grandine. Si è trattato comunque di un’area circoscritta, a pochi chilometri non ci sono stati danni pesanti”.

Danni anche tra i vigneti, con grappoli rovinati e foglie bucate dalla grandine.

I tecnici Cia stanno constatando i danni nelle aziende, nei prossimi giorni si avrà un quadro completo della situazione.

Paola Defilippi espone alla Gallery Malocello di Varazze

Da lunedì a domenica alla Gallery Malocello di Varazze sarà esposta la mostra personale della pittrice Paola Defilippi. La mostra è organizzata in collaborazione con l’Associazione Artisti Varazzesi ed il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura.

L’inaugurazione si terrà alle ore 17 alla presenza di colleghi, critici, appassionati d’arte, amici, fan e conoscenti e resterà aperta fino a domenica, dalle ore 9 e 30 alle ore 12 e dalle ore 16 e 30 alle ore 21 con ingresso libero.

Paola Defilippi ha allestito numerose mostre personali e collettive, sia in Liguria che in altre regioni, riscuotendo sempre apprezzamenti lusinghieri di critica e pubblico.

Presentata la bicicletta speciale Aspasso al Museo dei Campionissimi

Presentata questa mattina, al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure, alla presenza del Sindaco, Gian Paolo Cabella, di Costanzo Cuccuru, assessore allo sport, del Conservatore del Museo, Chiara Vignola e con ospite d’onore il campione paralimpico di handbike, Alessandro Moscatello, la bicicletta speciale destinata ai bambini e ragazzi con disabilità motorie dai 5 ai 14 anni.

Grazie a questa particolare bicicletta, chiamata Aspasso, bambini e ragazzi costretti ad utilizzare la carrozzina potranno passeggiare in bicicletta, Aspasso è un mezzo leggero e facile da usare, che permette il trasporto della persona disabile senza doversi spostare dalla sedia a rotelle. La bicicletta sarà poi testata in città ad uso delle famiglie con figli disabili.

Questa bicicletta, grazie ad una pedana anteriore studiata appositamente per accogliere le persone costrette in carrozzina in piena sicurezza, con pedalata assistita ed è studiata per agevolare le manovre della persona che pedala.

La dieta del melone, perfetta per la linea e contro il caldo estivo

La dieta del melone, uno dei frutti dell’estate, dai mille benefici, combatte la cellulite e permette di perdere 5 kg in poco tempo. Il melone è un frutto dai mille benefici, ed è l’alimento ideale per una dieta ipocalorica perché contiene molta acqua e solo 34 calorie ogni 100 grammi.

La dieta del melone, che si mangia prettamente nei mesi estivi, permette di perdere peso senza troppi sacrifici, con gusto e freschezza. In pochi giorni si bruciano grassi e si riaccende il metabolismo. Inoltre è importante abbinare questo frutto ad altri cibi, in modo da rendere l’alimentazione il più completa possibile.

Ecco cosa c’è da sapere su questa dieta e il menù settimanale. La dieta del melone: i benefici Le innumerevoli proprietà del melone consentono al corpo di idratarsi e rimanere tale grazie alla sua ricchezza di acqua: un valido aiuto per l’abbronzatura, ricco di antiossidanti, di vitamine A e C e di sali minerali come potassio e fosforo. Una fettina di questo frutto induce sazietà, combatte la ritenzione idrica e l’effetto buccia d’arancia. Melone Inoltre è un potente antiossidante e ha moltissimi flavonoidi, che combattono i radicali liberi e controllano la pressione del sangue e la frequenza cardiaca.

Ma come funzione nel pratico questa dieta?

La dieta del melone: schema e menù settimanale La dieta del melone prevede un menù settimanale schematico e ben strutturato, da ripetere per quattro settimane per avere risultati.

La colazione e gli spuntini sono gli unici a rimanere fissi: frullato di melone e anguria accompagnate da 2 fette biscottate integrali per colazione, e yogurt magro come spuntino.

Ecco come procedere per gli altri pasti.

–Lunedì Pranzo: toast al prosciutto cotto e fontina; gelato di melone (2 palline). Cena: spaghetti con pomodorini; tagliata all’origano; insalata verde mista; sorbetto di melone e anguria, con succo di limone e mezzo cucchiaio di vaniglia in polvere.

–Martedì Pranzo: prosciutto e melone; spremuta di pompelmo. Cena: gnocchi al pomodoro e basilico; fiocchi di latte; insalata di pomodori; macedonia di melone e banane.

–Mercoledì Pranzo: pizza alle verdure; melone. Cena: bucatini ai peperoni; nasello in umido, con pomodorini, olive e capperi; insalata verde con i cipollotti; gelato di pesca e melone (2 palline).

–Giovedì Pranzo: carpaccio di bresaola; macedonia di frutta con melone. Cena: pasta con la ricotta; frittata di spinaci e parmigiano; insalata di finocchi; macedonia di melone e prugne.

–Venerdì Pranzo: insalata caprese; frullato di melone e fragole. Cena: spaghetti con le vongole; melone con i gamberetti, con succo di limone; insalata verde; dadini di melone al vino bianco.

–Sabato Pranzo: omelette al prosciutto; insalata mista; con di gelato, gusti crema e frutta (2 palline). Cena: risotto allo zafferano; petto di pollo al limone e prezzemolo; insalata di zucchine; melone al limone.

–Domenica Pranzo: insalata di melone e grana; sorbetto di melone e anguria. Cena: pizza margherita; insalata di lattuga e pomodori; 2 palline di gelato al melone; un bicchiere di birra.

Al via i campus estivi del Santuario del Gesù Bambino di Arenzano

Il Santuario del Gesù Bambino di Praga di Arenzano organizza campus estivi per bambini e ragazzi, per un periodo ricco di sole, mare e vita cristiana. Il costo è ad offerta libera secondo le possibilità famigliari.

Dal 1968 il Santuario organizza una vacanza per i più giovani, con diverse possibilità di scelta per otto giorni di animazione cristiana e vocazionale in cui si vivrà e si dormirà in Seminario con tanti ragazzi desiderosi per intraprendere una nuova esperienza.

Bambini e ragazzi vivranno momenti ricreativi e di preghiera, giochi di squadra, campionato di calcio, quiz, teatro, musiche e scampagnate che apriranno i cuori a Dio e a nuovi amici anche loro pronti a questa nuova avventura.

Una vacanza serena, con al centro l’amicizia con Gesù, in cui si parlerà della vita cristiana in genere e della vocazione che hanno religiosi, sacerdoti e missionari. I bambini e i ragazzi potranno anche gustare la gioia e la vita dei frati e dei seminaristi.

I campus saranno dall’11 al 19 luglio, dal 25 luglio al 2 agosto, dall’8 al 16 agosto e con un’esperienza in montagna a Demonte in Provincia di Cuneo dopo il 19 luglio. Come sempre alla fine dell’estate, dal 23 agosto al 6 settembre ci saranno le Olimpiadi dei Seminaristi.

Per tutte le informazioni e le iscrizioni il sito ufficiale è www.seminarioarenzano.it

Novi Ligure, annullata la Fiera d’agosto e lo spettacolo pirotecnico

È stata firmata questo pomeriggio dal Sindaco, Gian Paolo Cabella, l’ordinanza che dispone la sospensione della Fiera d’Agosto (in calendario il 3, 4 e 5 agosto), compreso il tradizionale spettacolo pirotecnico del 4 agosto.

Il provvedimento è stato preso in quanto il posizionamento degli operatori in diverse aree, sia del centro storico sia del primo concentrico urbano, non avrebbe permesso di attuare le norme sul distanziamento sociale previste nel D.P.C.M. 11.06.2020 nonché le disposizioni contenute nelle linee guida relative al commercio su area pubblica e alle sagre e fiere locali;

In un incontro con le Associazioni di Categoria, l’Amministrazione comunale ha proposto la realizzazione della Fiera nelle date del 1° e 2 agosto all’interno all’ex Caserma Giorgi, ma gli operatori si sono detti fermamente contrari.

Anche nell’ipotesi che le future norme per il contenimento dell’epidemia di COVID-19 autorizzassero lo svolgimento delle manifestazioni fieristiche, i tempi troppo ristretti non permetterebbero l’organizzazione della Fiera in programma dal 3 al 5 agosto con le dovute comunicazioni agli operatori che hanno fatto richiesta di partecipazione nei tempi stabiliti dalla normativa.

Si sottolinea che l’Amministrazione Comunale ha cercato, con tutte le difficoltà veicolate da una crisi difficile da gestire a livello nazionale e regionale, di contemperare al meglio i diversi interessi coinvolti, traguardando sempre quello primario della tutela della salute, nel caso della Fiera, degli operatori economici e degli utenti.

Per le stesse motivazioni è stata emanata anche un’ordinanza che dispone il divieto di effettuare piccoli intrattenimenti musicali nei dehors dei pubblici esercizi cittadini nei venerdì di luglio 2020. In questo caso il provvedimento è conseguente alla richiesta congiunta di Ascom Novi Ligure e Consorzio il Cuore di Novi con la quale, oltre a comunicare la sospensione del tradizionale evento dei “venerdì di luglio” e l’organizzazione in alternativa dell’apertura serale dei negozi con chiusura alle ore 23.00 denominata “Shopping sotto le stelle- Luglio 2020”, viene proposto che le attività di somministrazione evitino lo svolgimento di piccoli trattenimenti musicali-piano bar al fine di scongiurare la possibilità di assembramenti che risulterebbero di difficile gestione e potrebbero comportare una diretta responsabilità del titolare dell’esercizio con l’erogazione di possibili sanzioni a suo carico.

La presentazione di “Bella Ovada Stasera”

Lunedì alle ore 18 presso la Sala Giunta del Palazzo Comunale di Ovada si terrà la conferenza stampa aperta ai giornalisti per la presentazione della nuova edizione di “Bella Ovada Stasera” alla presenza delle autorità cittadine, in particolare dell’assessore alle attività economiche, Marco Lanza.

Bella Ovada Stasera è un evento estivo, organizzato dal Comune di Ovada, da Vivi Ovada e dalla Pro Loco di Ovada, in cui la Città di Ovada propone delle giornate di shopping, intrattenimento e spettacolo fino a tarda sera con giornate tematiche.

Filippo Mobrici riconfermato presidente del Consorzio del Barbera

Filippo Mobrici (Bersano Vigneti) confermato per la terza volta consecutiva presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato.

Un mandato triennale che riconferma anche la doppia vicepresidenza di Stefano Chiarlo (Michele Chiarlo Azienda Vitivinicola) e Lorenzo Giordano (Cantina Sociale di Vinchio Vaglio Serra). Dal 2014 i numeri parlano chiaro: aziende iscritte che passano da 160 a 366, una attività costante di vigilanza e tutela, programmi di ricerca in collaborazione con il mondo universitario, una promozione nazionale e internazionale che ha centrato vetrine e mercati di prima importanza.

Oggi il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, con 70 milioni di bottiglie e oltre 11 mila ettari di superficie vitata, pari a circa il 26% della superficie complessiva piemontese, tutela e promuove 13 denominazioni, 3 Docg (Barbera d’Asti, Nizza, Ruché di Castagnole Monferrato) e 10 Doc (Albugnano, Cortese dell’Alto Monferrato, Dolcetto d’Asti, Freisa d’Asti, Grignolino d’Asti, Loazzolo, Malvasia di Castelnuovo Don Bosco, Monferrato, Piemonte, Terre Alfieri).

Un contesto che vale almeno un quarto del Pil vinicolo del Piemonte, una regione che esprime al massimo la ricchezza italiana legata a questo comparto.

Filippo Mobrici, che è anche presidente in carica di Piemonte Land of Perfection, Consorzio che raduna dodici consorzi di tutela piemontesi, commenta: “Abbiamo lavorato e lavoreremo per fare in modo che i nostri imprenditori continuino a esprimere al meglio le risorse di un territorio unico al mondo. Puntiamo a garantire il giusto reddito ai viticoltori, perché solo attraverso questa garanzia economica è possibile promuovere investimenti e strategie orientate a restituire a tutto il territorio il valore che merita. Il nostro territorio è un unicum che deve mantenere un filo unitario attraverso le sue molte specificità”.

Canzoni al Ratafà, un omaggio in musica parole e immagini a Paolo Conte

Ritorniamo, insieme, a coltivare la bellezza. A rincontrarci dal vivo, a limare le distanze, a curare insieme l’animo e l’anima. Non abbiamo mai smesso di lavorare e crederci.”

Questo il pensiero di Massimo Barbero del Teatro degli Acerbi nell’annunciare il ritorno sulle scene della compagnia.

Mercoledì 8 luglio alle ore 21,30 ad Asti, all’aperto, nel Cortile del Palazzo del Michelerio ci sarà “Canzoni al ratafià”, omaggio in musica, parole e immagini a Paolo Conte con le esecuzioni musicali del “Falso Trio” e le letture del Teatro degli Acerbi.

Lo spettacolo è un percorso a tappe tra i più famosi brani del geniale cantautore astigiano inframezzati a ricordi, citazioni, cenni biografici proposti dagli attori Patrizia Camatel, Fabio Fassio e Elena Romano.

La voce di Stefano Zoanelli e i musicisti del Falso Trio (Silvio Barisone, Antonio Pirrone, Nicolò Gallo, Fabrizio Assandri) propongono il loro ultimo progetto musicale in una veste insolita per il gruppo ma che calza a pennello in teatro, luogo della suggestione e della magia per eccellenza.

Le voci si impastano, l’immaginazione viene stimolata dalla proiezione delle tavole di Conte, artista della voce e della mano, in una serata per stare insieme in un teatro ritrovato, casa della poesia, della musica e del divertimento.

Come dice Paolo Conte: “Sempre ci dobbiamo divertire, altrimenti che dilettanti siamo?”.

La serata è parte della rassegna “Estiamo insieme” organizzata dal Comune di Asti e del cartellone “Teatro in Terra Astesana” sostenuto dalla Fondazione CRT.

Poiché la capienza dello spazio, in seguito alle attuali diposizioni ministeriali, è limitata a 200 posti, si consiglia di acquistare i biglietti in prevendita o direttamente al cortile del Michelerio a partire dalle ore 20 la sera dello spettacolo.

Biglietti euro 10.

I biglietti si potranno acquistare in prevendita al Teatro Alfieri martedì 7 e mercoledì 8 luglio dalle 17 alle 19.

Per informazioni: biglietteria del Teatro Alfieri: 0141/399 057 – Biglietteria Sala Pastrone: 0141/399 580.

La vacanza sicura in campagna con AgriTurist

Siamo ancora nel pieno della tempesta, pur essendo consapevoli delle caratteristiche uniche e delle potenzialità dell’offerta degli agriturismi. Un vero porto sicuro. Il nuovo trend, dettato dalle regole per una ripartenza, è proprio la riscoperta di luoghi che permettano di godere di spazi aperti, di un rapporto autentico con la natura e le campagne italiane. Le nostre strutture accolgono in modo spontaneo ed accurato, aiutano a far conoscere la cultura enogastronomica locale e permettono di praticare il distanziamento sociale passeggiando, nuotando in piscina, praticando sport o, semplicemente rilassandosi”. Commenta così Lorenzo Morandi, presidente di Agriturist Piemonte, i dati dell’indagine svolta dall’associazione di Confagricoltura.

Lungo lo Stivale l’offerta dei 24.000 agriturismi è estremamente variegata, ma con un denominatore comune: l’ospitalità in un’azienda agricola. Dalla montagna alla collina, dal mare ai laghi l’effetto della crisi è evidente: niente americani e orientali, pochissimi dal Regno Unito, timorosi di dover effettuare la quarantena al loro ritorno. Qualche segnale arriva da Germania, Francia, Austria, Svizzera e Olanda.

La ripresa è lenta – sottolinea Morandi – e partirà soprattutto in agosto. Va anche calcolato che è stata la politica del last minute a caratterizzare le prenotazioni degli ultimi anni e, se in alcune zone i casali con piscina, scelti da famiglie o gruppi di amici sono andati a ruba, in altre è ancora l’incertezza a dettare le regole”, che continua: “La Giunta regionale ha deliberato 5 milioni di euro per il cosiddetto ‘voucher vacanze’, che si distingue in: il voucher camere e il voucher servizi ed esperienze. Il primo prevede la promozione di soggiorni di 3 notti consecutive, di cui una a carico del cliente, una a carico della Regione e la terza offerta dalla struttura ricettiva. Tali soggiorni saranno acquistabili fino al 31 dicembre 2020 salvo proroghe. La Regione Piemonte corrisponderà alla struttura ricettiva, attraverso i Consorzi, il valore della seconda notte per un valore massimo di € 150 a persona e di € 300 a camera. Il voucher esperienze e servizi prevede uno sconto del 50% sul valore complessivo del servizio”.

L’agriturismo, vanto del nostro Paese, ha pagato l’effetto Covid più di un milione di euro. “Non ci arrendiamo, anzi. Ci siamo rimboccati le maniche – aggiunge il presidente Agriturist Alessandria, Franco Priarone – convinti che si possa ancora una volta ripartire proprio dall’agricoltura. Le nostre strutture hanno tutte le carte in regola per offrire soggiorni indimenticabili in luoghi incontaminati, lontani dalla folla, dove le distanze sono naturali, il cibo è buono e genuino. Senza rinunciare al comfort e alla vita moderna, si potranno così riscoprire sapori e saperi della cultura rurale”.

Per incentivare il rilancio del comparto in questo momento difficile, Agriturist Alessandria ha creato e lanciato la campagna promozionale “Riparti naturalmente. Riparti con noi” presente sui social associativi e sul sito provinciale www.agrituristmonferrato.com, con immagini degli agriturismi associati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: