L’ERBORISTA RISPONDE – COME AFFRONTARE IL CAMBIO DI STAGIONE

Ritorna con l’autunno l’appuntamento con le interviste de L’Erborista Risponde a cura di Marco Fossati di Erboristeria Intuitiva, il primo appuntamento della nuova serie è proprio su un argomento di attualità in questi giorni: il cambio di stagione e come affrontarlo.

Marco partiamo da una domanda di fondo, per quale motivo il nostro corpo, specialmente alcune persone, patiscono molto il cambio di stagione?

A me piace sempre pensare alla metafora dei cambiamenti, che non sono di solito i cambiamenti in se a portare il problema, ma la resistenza al cambiamento stesso e a quello che succede. Noi come corpo siamo sempre soggetti ai cambiamenti, basta pensare al ciclo giorno e notte oppure, ancora di più dal caldo al freddo o dal secco all’umido. Cosa succede, se noi avessimo tutto così ben bilanciato quasi non lo sentiremmo, avremmo una percezione del cambiamento ma non lo patiremmo, cosa avviene invece, che andiamo a patire di più dove noi siamo più sensibili, per esempio se una persona è portata a soffrire di muco nei periodi più facili sarà più suscettibile, ma può succedere anche con le dermatiti, i problemi di stomaco, ecc… Quello che dobbiamo sapere è che ognuno di noi regisce in modo diverso.

Molte persone lamentano in questo periodo difficoltà di dormire e sonnolenza durante il giorno, potrebbe essere dovuto al ciclo circadiano?

I cicli circadiani sono più considerati quelli del giorno e notte, a cui siamo già abituati, quello che invece succede è quello di cui parlavo prima, ovvero che ognuno, a seconda delle sue caratteristiche potrebbe sviluppare più facilmente quella problematica, ad esempio ci sono persone che appena arriva il caldo non riescono a dormire, oppure sviluppano degli sfoghi, altre invece che quando viene il freddo lamentano dei problemi alle articolazioni o naso che gocciola, sono sintomi che poi passano perché è quello che avviene durante il passaggio.

L’ultima domanda, diverse persone combattono il cambio di stagione assumendo caffeina o comunque sostante che stimolano il sistema nervoso, cosa sarebbe invece corretto mangiare e bere?

Questo è un punto importante perché, anche qui, in realtà varia da persona a persona, se una persona quando arriva il freddo tende a produrre muco dovrebbe, almeno per questo periodo, eliminare gli alimenti che possono svilupparlo, così come dall’altra parte chi lamenta un sonno più leggero dovuto al cambio di stagione usasse delle pratiche che aiutano a dormire meglio, qui sta alla singola persona, quello che però succede in generale in questo periodo è che molti hanno problemi di stanchezza, testa ovattata, raffreddori, ecc… più che piante stimolanti ed eccitanti sarebbe meglio invece utilizzare delle piante che vanno a drenare e portare una parte sfiammante, per esempio ci sono dei derivati molto utili, uno tra tutti potrebbe essere il ribes nigrum, nello specifico varia comunque da persona a persona. Più sappiamo ascoltare il nostro corpo, più siamo nel sentire di tutto questo più sarà facile il passaggio e il cambiamento.

Tutte le persone che fossero interessate a questi percorsi personalizzati, possono contattare direttamente Marco Fossati al numero di telefono 320-0551500 o tramite mail a marcofossativerde@gmail.com per fare un colloquio anche gratuito e fissare un appuntamento, sia in versione online che di persona a Genova.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: