IL BAL DO SABRE CONCLUDE A MONDOVI’ LA RASSEGNA D’ACQUA E DI FERRO

Domani a Mondovì si terrà l’ultimo appuntamento con la rassegna D’Acqua e di Ferro con l’arrivo del Bal do Sabre,il ballo delle sciabole, una delle manifestazioni più sentite della cultura popolare.

L’appuntamento è alle ore 16 presso l’Antico Palazzo di Città nel centro della capitale del Monregalese, con un convegno sulle tradizioni folkloristiche e le connessioni tra l’Alta Val Tanaro e il territorio del Monregalese. La vicenda del Bal do Sabre risale alla tradizione del Moro, la maschera di Mondovì, l’ultimo Saraceno presente nel territorio delle Langhe che trovò rifugio proprio nella Torre dei Saraceni, che da Mondovì domina il territorio dell’Alta Val Tanaro. Il Moro venne tenuto sotto assedio dall’Imperatore Ottone I che voleva scacciarlo definitivamente dai suoi territori ma, grazie a un compromesso, il Moro poté tornare a governare sul territorio del Monregalese, seppure solamente nel periodo del Carnevale. La concessione dell’Imperatore, secondo la leggenda, fu dovuta al fatto che il Moro offrì ospitalità e protezione alla figlia, la celebre Adelasia, che fuggì con il suo scudiero Aleramo, con la benedizione dell’Imperatore i due poterono finalmente coronare il loro sogno d’amore. Il Bal do Sabre vede protagonista un altro Saraceno, di ben altro carattere, il terribile Ramset, che ordinò la decapitazione di Protasio Gorrisio, un povero contadino colpevole solamente di aver rifiutato la mano della figlia al capo dell’esercito saraceno. Il Bal do Sabre di Bagnasco, Comune alle porte di Mondovì, era un antica danza rituale, il cui significato rappresentava il risveglio della primavera dopo il lungo letargo dell’inverno.

La conferenza di domani è organizzata con la collaborazione e il supporto del Comune di Mondovì e del Centro Studi Monregalesi e vedrà intervenire Ernesto Billò, scrittore e studioso di folklore locale, Laura Bonato, antropologa dell’Università di Torino, il Sindaco di Bagnasco, Beppe Carazzone, Presidente Onorario del Gruppo Folkloristico Bal do Sabre, Cinzia Ghigliano e Marco Tomatis, grandi conoscitori della tradizione del Carnevale Monregalese, Ezio Michelis del Club Alpino Italiano di Ormea, grande esperto di storia e tradizioni montane e la moderazione del Sindaco di Ormea, Giorgio Ferraris, scrittore e studioso della storia e delle tradizioni dell’Alta Val Tanaro, al termine della conferenza nella centralissima ci sarà l’esibizione del Bal do Sabre nella meravigliosa cornice della centralissima Piazza Maggiore.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: