MAGAZINE CUCINA – CORNISH PASTY

L’appuntamento settimanale con la nostra rubrica di cucina vi porta questa volta, e non potrebbe essere altrimenti dopo gli avvenimenti degli ultimi giorni, in Inghilterra, con una ricetta tra le più tradizionali della cucina inglese, un prodotto con riconoscimento internazionale IGP e che è perfetto sia come antipasto, che come secondo oltre che da essere consumato come street food o all’aperto in un pic-nic. Stiamo parlando dei Cornish Pasty, i fagottini della Cornovaglia, la regione a Sud-Ovest dell’Inghilterra, che hanno una tradizione antichissima già citata nel Medio Evo, popolari sia tra la nobiltà che tra le classi più povere, al punto che furono per molto tempo il piatto dei minatori.

INGREDIENTI:

  • 300 grammi di farina
  • 250 grammi di patate
  • 350 grammi di carne magra di manzo
  • 150 grammi di burro
  • 150 grammi di cipolle
  • 1 uovo
  • brodo vegatale
  • prezzemolo
  • timo
  • salvia
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

PREPARAZIONE:

Iniziate imbevendo la farina con il burro, ottenendo delle grosse briciole, aggiungete mezzo bicchiere d’acqua con un pizzico di sale un po’ alla volta e lavorate fino a che l’impasto non sarà liscio e omogeneo. Una volta che avete preparato l’impasto fatelo riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Adesso prendete le patate, pelatele e affettatele prendete poi le cipolle, sbucciatele e tagliatele a fette sottili. Riducete a dadini la carne di manzo e mettetela all’interno di una ciotola, mescolandola con le patate e le cipolle, unite insieme il trito di prezzemolo, timo e salvia, salate, pepate e bagnate con due cucchiai di brodo vegetale.

Iniziate a preparare i pasty, dividete l’impasto in sei parti e stendete sei dischi sottili, mettendo al centro di ognuno un cucchiaio del ripieno che avete preparato, spennellate i bordi con un po’ di uovo sbattuto e chiudete i dischi di pasta, pizzicandoli in cima per chiudere bene l’impasto. Mettete i pasty su una teglia coperta con carta da forno, spennellateli in superficie con l’uovo sbattuto e infornateli a 200° gradi per circa venti minuti e serviteli in tavola belli caldi.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: