LANZARONE E L’ECCELLENZA, PRONTI ALLA SFIDA – INTERVISTA ESCLUSIVA AL TECNICO DEL BUSALLA

Giorgio Lanzarone, dopo aver portato il Busalla nella scorsa stagione alla salvezza nel girone dei play-out, è pronto ad affrontare il nuovo campionato di eccellenza che ritorna al girone unico a diciotto squadre.

Ma quale obiettivo si pone il tecnico biancoblu per la nuova stagione?; dopo due anni, come dicevamo sopra, si ritorna al girone unico e le avversarie hanno i nomi blasonati come le retrocesse Imperia e Lavagnese, ma anche squadre che assaporano questa categoria come Forza&Coraggio e Voltrese, passando per formazioni di spessore come l’ Albenga e la Cairese: “ Il nostro obiettivo principale è quello di mantenre la categoria e cercare di valorizzare i nostri giovani, proponendo contemporaneamente un buon calcio; Busalla è una piazza importante, non dimentichiamo che negli anni ottanta questa società militava in serie D, e all’ epoca giocare in quella serie era come essere nella lega Pro di oggi”.

  • Mister, che mercato estivo è stato quello del Busalla?

Direi un mercato molto positivo, la società mi hà accontentato, abbiamo una squadra molto equilibrata in ogni reparto, con giocatori polivalenti e questo, per un tecnico, è un vantaggio”.

Dal Campomorone S. Olcese ecco in arrivo il difensore classe ’96 Simone Dottino, dal Molassana Boero un altro difensore, il classe ’99 Marco Oliva, il centrocampo registra un acquisto importante, dal Pontecarrega ecco il classe ’88 Gianluca Cilia, dal Bogliasco ecco per l ‘attacco il classe ’96 Marco Pintus; lasciano il Busalla il difensore Nicolò Monti (al Vallescrivia), il difensore Federico Ferrando e il centrocampista Jacopo Zunino: “ Come dicevo questo mercato estivo mi soddisfa, adesso dobbiamo solo prepararci per la nuova stagione e cominciare ad avere minuti nelle gambe”.

  • Come possiamo definire il calcio di Lanzarone?

“ Io sono uno che non bada molto ai vari moduli, il calcio che chiedo dovrà essere di dominio, dobbiamo sempre essere padroni del campo ed imporre il nostro gioco; niente sarà lasciato al caso, serviranno sacrificio e capacità di leggere le varie situazioni in gara, ovviamente non posso pretendere un calcio offensivo per tutti i novanta minuti, per questo dovremo essere bravi a capire quando sarà il momento di attaccare e quando dovremo mantenere alta la concentrazione, anche nel non possesso palla; in casa dovremo imporci sempre, il comunale sarà il nostro fortino e nessuna avversaria dovrà uscire vincente se non avrà sudato le proverbiali sette camicie”.

  • Quali sono, secondo lei, le squadre favorite per il salto di categoria?

“ Ai nastri di partenza metto in pole position le due retrocesse lo scorso anno, Imperia e Lavagnese, subito dietro Rapallo e l’ Albenga oltre al Campomorone; la sorpresa del torneo?; dico la Cairese, negli ultimi due anni hà fatto bene, nel 2020 è arrivata in finale perdendo contro il Ligorna ma è sempre una squadra temibile”

  • e il suo Busalla, nella griglia di partenza, dove lo mette?

“ Guardi, noi partiamo con il profilo basso, niente proclami, niente promesse, poi è chiaro, se entriamo in ballo anche noi certo non ci tiriamo indietro, sarà una lunga stagione, tutte le squadre avranno dei periodi positivi e di difficoltà, come accade da sempre; forse il segreto per fare bene è quello di avere un certo equilibrio nei risultati ma non facile, il campionato di eccellenza è la serie A dei dilettanti e tutti vogliono fare bene”.

  • Mister Lanzarone, c’è un “progetto Busalla” per arrivare nel giro di quattro-cinque anni in serie D?

“Vede, il nostro progetto è quello di far crescere i nostri giovani e valorizzarli per mantenere la categoria, quindi rispondendo alla domanda dico di no, almeno per adesso”.

  • E ai tifosi del Busalla cosa si sente di dire

“ Ai tifosi dico di venire a sostenerci perchè abbiamo bisogno del loro calore, in questi anni ci sono sempre stati vicini, anche nella scorsa stagione quando abbiamo dovuto affrontare il gironcino dei play-out; a breve partirà la campagna abbonamenti, li aspetto al comunale numerosi”.

  • Il calendario deve ancora uscire ma lei chi vorrebbe affrontare da subito?

“ Forse sarebbe meglio affrontare una delle candidate alla vittoria, per una questione di condizione fisica, l ‘ importante è farci trovare pronti”.

IL MERCOLEDI’ DI COPPA

La prima sfida ufficiale del Busalla è per mercoledì 24 agosto (ore 20) contro l’ Angelo Baiardo, gara valevole per la coppa Italia di eccellenza ligure; l ‘ Angelo Baiardo è reduce dalla sconfitta interna contro il Campomorone S. Olcese: “Vogliamo cominciare con un risultato positivo, commenta mister Lanzarone, il Baiardo verrà al comunale per riscattare la sconfitta di domenica scorsa, noi dobbiamo vendicare però la sconfitta interna patita la scorsa stagione e poi la coppa non la vogliamo certo snobbare”

IPSE DIXIT: “Se crediamo in noi stessi qualsiasi ostacolo potrà essere superato, il risultato lo crea il gruppo” (Lanzarone, tecnico Busalla)

L ‘EDITORIALE: RITORNO ALLA BELLE EPOQUE

di Mario Bertuccio

Un mister e una cittadina; Busalla riassapora il campionato di eccellenza a girone unico dopo due anni legsti alle problematiche del covid; nella scorsa stagione i biancocelesti hanno ottenuto la salvezza arrivando tra le prime cinque nel girone dei play-out dopo una regular season molto problematica; e il ritorno al girone unico mi fa ritornare in mente la belle epoque, periodo nato nel fine Ottocento in Francia, grazie al quale con le nuove invenzioni lo stile di vita dei cittadini hà subito un cambiamento in senso positivo.

Busalla e il Busalla Calcio sono pronti alla nuova sfida, così come lo è mister Giorgio Lanzarone, persona che non bada tanto alle chiacchiere ma ai fatti, e i fatti ci dicono che questo suo Busalla potrebbe anche stupire. Questa società, che negli anni ottanta hà partecipato al campionato di serie D, potrebbe anche lei rivivere una stagione alla belle epoque ma per ottenere tutto questo ogni dettaglio non dovrà essere trascurato, e poi anche le statistiche sembrano strizzare l’ occhio; chi hà mai detto che la squadra piu’ attrezzata è anche quella che vince?. Intanto mercoledì si comincia con la coppa Italia, il passaggio del turno darebbe ancora piu’ carica per una stagione tutta da vivere e da gustare

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: