SI CONTANO I DANNI DOPO L’ONDATA DI MALTEMPO TRA VENTO E GRANDINE

Si contano i danni dopo la violenta ondata di maltempo che ha colpito la costa della Liguria tra la notte e la mattinata di ieri, con grandinate e trombe d’aria che hanno causato danni ingenti in diverse zone.

Dopo un giugno e un luglio incredibilmente caldi e secchi, con appena tre giorni di pioggia in due mesi dalla fine di luglio la situazione meteorologica è decisamente cambiata e si sono verificati diversi temporali, quello di ieri però è stato davvero eccezionale e, purtroppo, ha lasciato il segno.

La zona più colpita è stata quella del Levante Genovese, in particolare il tratto compreso tra Chiavari e Sestri Levante, nel capoluogo del Tigullio un intero palazzo è stato scoperchiato dal vento e le venti famiglie che vi risiedono sono state temporaneamente sfollate. A Cavi di Lavagna, celebre località balneare, è crollata la struttura di un noto stabilimento balneare, con ombrelloni e pezzi di cabine che sono volati sui binari, causando l’interruzione del traffico ferroviario sulla linea Genova-Livorno, che è ripreso solamente qualche ora dopo. A creare danni ingenti è stata anche la grandinata, che ha colpito a macchia di leopardo diverse zone del Levante Genovese, a Lavagna e Sestri Levante i residenti hanno trovato nelle strade dei chicchi grandi come palline da golf e, purtroppo, parte della grandinata si è verificata nelle zone di campagna, danneggiando le coltivazioni, in particolare i vigneti. In attività anche i Pronto Soccorso, con ben quindici persone ricoverate a causa di ferite causate dal vento e dalla grandine.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: