REVOLUTION CULTURE, IL FESTIVAL DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA DI ACQUI TERME

La Città di Acqui Terme ospita la prima edizione di Revolution Culture, il progetto ideato da Alex Leon, violinista di fama internazionale e creatore di Monferrato Classica, sostenuto dall’Associazione HER che da anni si occupa di politiche ambientali e di sostenibilità. Revolution Culture non è un progetto di intrattenimento ma un manifesto ideologico che, attraverso la musica, il cibo, l’energia e l’economia vuole portare l’attenzione sul concetto di green life.

Alex Leon creatore del progetto spiega: “La rivoluzione culturale è iniziata! Partiamo dal Monferrato per diffondere i principi del vivere in armonia con la Terra. La musica è l’unica forma d’arte che può sintonizzare tutti sulla stessa lunghezza d’onda – prosegue Leon – per questa ragione con Monferrato Classica prima e Revolution Culture adesso, ho voluto mettermi in prima linea coinvolgendo altri colleghi, altri artisti che, condiviso con loro progetto, hanno deciso, esibendosi, di firmare idealmente un patto, consapevoli di fare parte di un progetto più grande. Essere attivi, fare realmente qualcosa è un inizio per invertire la rotta”.

Nel corso dell’estate diversi concerti pubblici gratuiti toccheranno la Città di Acqui Terme, con le piazze, le agorà luoghi di aggregazione fin dall’antichità e cuore propulsivo della vita culturale, economica, politica e sociale cittadina, che ospiteranno concerti e dibattiti con un programma strutturato per iniziare a ragionare insieme a professionisti, imprenditori ed esperti sulla sostenibilità ambientale e le sue applicazioni.

Il calendario degli appuntamenti vedrà cinque eventi il 25 giugno, il 1°luglio, l’8 luglio, il 15 luglio e il 22 luglio. Ogni data in programma vedrà coinvolti diversi tipi di pubblico, a partire dalle ore 18 nelle piazze che ospiteranno gli eventi ci saranno attività ricreative di natura olistica con yoga ed eventi per bambini e non solo a tema, nonché spazi dove potersi rilassare, esplorare, giocare, sperimentare e trovare nuove forme espressive volte a migliorare il benessere psicofisico. Alle ore 19, dopo i saluti istituzionali, si apriranno i tavoli di lavoro a cui seguiranno, alle ore 21, i concerti, tutto completamente gratuito.

Si inizia domani con “Ama la natura – Sostenibilità degli ecosistemi” nella Piazza della Bollente, moderato dalla giornalista Laura Gobbi a cui parteciperanno Fabio Roggiolani di Ecofuturo – Comunità energetiche, il Presidente del Consorzio Robiola di Roccaverano, Fabrizio Garbarino, il responsabile del Biodistretto Suol d’Aleramo, Matteo Monti, il responsabile di AgriBio Agricoltura biodinamica e sostenibilità, Ivo Bertaina e il Senatore Mino Taricco. Alle ore 21 ci sarà il concerto dei 291 Out.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: