“MIO PADRE, UN MAGISTRATO” AL TEATRO ARISTON DI ACQUI TERME LA STORIA DI ROCCO CHINNICI

Ricorrono in questo periodo i trent’anni dalle terribili Stragi compiute dalla Mafia nel 1992, l’anno più nero e oscuro della storia della Repubblica. Per ricordare quei terribili momenti giovedì al Teatro Ariston di Acqui Terme andrà in scena lo spettacolo “Mio padre, un magistrato”.

Lo spettacolo, in scena alle ore 21 e che chiuderà la stagione primaverile del Teatro Ariston di Acqui Terme, racconta la storia di Rocco Chinnici, magistrato ucciso da Costa Nostra, narrata dalla figlia insieme a Clara Costanzo, autrice anche della regia e Roberto Izzo. Il 29 luglio del 1983 a Palermo una Fiat 126 imbottita di tritolo esplose, uccidendo il magistrato Rocco Chinnici e la sua scorta nello stabile dove abitava.

La figlia maggiore, Caterina, racconterà sul palco la sua storia, in uno spettacolo che ci farà scoprire un uomo integerrimo ma di grande umanità e un padre sempre presente e amorevole. Un racconto, che, nella sua grande drammaticità dei fatti, si colorerà di emozione e dolce tenerezza.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: