LA VENTESIMA EDIZIONE DELLA PASSIONE DI CRISTO DI CASTAGNOLE MONFERRATO

Il Giovedì Santo 14 aprile, alle ore 21 a Castagnole Monferrato, ritorna la Passione di Cristo nella sua essenza di espressione popolare e canto piemontese di antica memoria, per una rappresentazione senza effetti speciali ne costumi orientali, al seguito del Cristo-albero.

La rappresentazione “La Passiun de Gesù Crist” è diretta da Antonio Catalano e Patrizia Camatel, ideata da Luciano Nattino dell’Archivio Teatralità Popolare, si tratta di un’azione teatrale con fiaccole, suoni delle tenebri e canti nel cuore del Centro Storico del paese dove parteciperanno giovani, uomini, donne, bambini e artisti di strada. La Passione di Castagnole Monferrato è giunta quest’anno alla sua ventesima edizione, diventando un appuntamento fisso nella Settimana Santa, consuetudine imperdibile per credenti e non.

L’edizione di quest’anno sarà un incontro aperto come sempre a tutte le confessioni, di credenti e cercanti, che vedrà la partecipazione attiva della comunità di Castagnole d’Asti, del Vescovo di Asti Monsignor Marco Prastaro, di artisti e di tanti ospiti che proporranno il loro punto di vista, nonché di gruppi di ogni età e provenienza, quest’anno interverranno anche degli amici arrivati dall’Ucraina, a cui l’Archivio Teatralità Popolare si stringe con calore, tra essi parteciperà alla serata l’attrice Diana Lavrinova. Grazie alla collaborazione della Caritas di Asti sono stati organizzati incontri e dialoghi con i profughi che sono stati accolti nell’Astigiano.

Parteciperanno Antonio Catalano con l’orchestra di bambini dell’Orchestra di Fisarmoniche Accordion Suzuki Ensemble, diretta da Elena Enrico, che ha come obiettivo quello di educare attraverso la musica, con un sistema nato nella prima metà del secolo scorso ad opera del maestro giapponese Shiniki Suzuki, violinista e didatta. L’Orchestra ASE è la prima orchestra di fisarmoniche di bambini e ragazzi, con età compresa dai tre ai sedici anni nata all’interno della metodologia e che la rappresenta in tutto il mondo. Sarà presente anche la Rete Welcoming Asti, che riunisce le associazioni astigiane e Alba Nicoletti, moglie di Luciano Nattino, che porterà il ricordo del marito a quattro anni dalla sua scomparsa.

Il Cristo albero è opera dell’artista tedesco Hans Jurgen Vogel ed è concesso dalla Scarampi Foundation. La partecipazione all’evento è libera e gratuita e l’iniziativa è realizzata da Casa degli Alfieri – Archivio Teatralità Popolare con la collaborazione del Comune di Castagnole Monferrato, il contributo della Regione Piemonte, della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, di CuntèMunfrà e la collaborazione della rivista Astigiani.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: