LA CAPITANERIA DI PORTO DI SAVONA DONA OLTRE 90 KG DI POLPO SEQUESTRATO ALLA CARITAS

Una confisca per l’attività di pesca illegale che, fortunatamente, non andrà sprecata ma sarà devoluta in beneficenza alla Caritas Diocesana per fornire dei pasti alle persone in difficoltà.

Nella giornata di martedì la Capitaneria di Porto di Savona ha confiscato oltre novanta chili di polpo del tipo Octopus vulgaris, pescato illegalmente in quanto gli esemplari non rispettavano le taglie minime per la messa in commercio. La Capitaneria di Porto ha donato i polpi confiscati, ben 268 esemplari, alla sede operativa della Caritas Diocesana di Tortona che lo utilizzerà per preparare dei piatti nelle mense solidali sparse sul territorio della Diocesi di Tortona.

Una brutta vicenda di pesca di frodo, ricordiamo che vi sono regole molto precise per la messa in commercio del pescato, in particolare nei periodi del fermo pesca biologico, essenziale per la riproduzione degli esemplari, che però ha avuto un seguito a fin di bene in favore delle persone meno fortunate e in difficoltà economiche.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: