SITUAZIONE SEMPRE PIU’ GRAVE ALLA PERNIGOTTI, LAVORATORI IN ASSEMBLEA PERMANENTE

Sempre più difficile la situazione della Pernigotti, la storica azienda dolciaria fondata a Novi Ligure nel 1860, un anno prima dell’Unità d’Italia e che, ormai da alcuni anni, sta fronteggiando una grave crisi con un futuro che, anno dopo anno, sembra sempre più nero, l’acquisizione da parte della multinazionale turca Toksoz non solo non ha portato i risultati sperati ma, anzi, ha peggiorato la situazione.

Nella giornata di ieri all’interno dello stabilimento di Novi Ligure si sono svolte le assemblee, in seguito alla partecipazione al Consiglio Comunale di Novi Ligure e alla conferenza stampa indetta dalle Organizzazioni Sindacali davanti ai cancelli dell’azienda e alla successiva riunione che si è tenuta alla Prefettura di Alessandria.

Da oggi le organizzazioni sindacali FAI CISL, FLAI CGIL e UIL-A hanno deciso di proclamare, a partire dal primo turno, un’assemblea permanente presso lo stabilimento novese. La tensione, come spiega il comunicato stampa, è alta, i dipendenti, la RSU e le Organizzazioni Sindacali chiedono alla Toksoz Group e alle istituzioni politiche locali delle risposte concrete in merito al futuro dell’azienda, risposte che, ad oggi, non sono arrivate.

Il Consigliere Comunale ed ex dipendente della Pernigotti, Luca Patelli, per lungo tempo portavoce dell’assemblea ha dichiarato: “I lavoratori della Pernigotti torneranno in assemblea permanente e a loro va dato tutto l’aiuto e appoggio possibile – spiega Luca Patelli – inutile girarci intorno, ma la situazione era già parecchio compromessa a novembre 2018. Se siamo ancora qui a parlarne – prosegue Patelli – è grazie alla lotta e all’orgoglio dei dipendenti. In questi oltre tre anni ne abbiamo viste e sentite di tutti i colori: dagli slogan “L’azienda è salva” a promesse di rilancio mai avvenute, il tutto condito dal contraddittorio, ovvero dalla vendita del comparto gelati e dei magazzini della Barbellotta fino ad arrivare allo scorso settembre quando, per la prima volta dopo anni, non è entrato in stabilimento a produrre nemmeno uno stagionale, la vera forza lavoro della Pernigotti. Ora – conclude Luca Patelli – la misura è colma! L’azienda può avere un futuro, ma solo con un cambio di proprietà. È giusto e doveroso provarci fino alla fine, lo dobbiamo un po’ a tutti, lavoratori, città e alla famiglia Pernigotti”.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: