8 MARZO : GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA, LE ORIGINI DELLA RICORRENZA

Oggi 8 marzo si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale della Donna, una ricorrenza che ha oltre un secolo di cui però molti non conoscono l’origine. Oggi, nel mondo occidentale, la giornata è diventata spesso la Festa della Donna, dai risvolti commerciali che poco hanno a che vedere con lo spirito originario che, per fortuna, si sta recuperando in questi ultimi anni.

Una leggenda metropolitana, diffusa a partire dagli anni Cinquanta, dapprima negli Stati Uniti e poi in Europa, parlava di un incendio in una fabbrica di New York, chiamata Cotton o Triangle, avvenuto nel marzo del 1908 in cui morirono centinaia di operaie bruciate vive. Per fortuna quest’evento non avvenne, e non esistette mai una fabbrica con questo nome a New York che, però, è proprio la città da cui trae origine la Giornata Internazionale della Donna. L’8 marzo del 1908, infatti, si tenne a New York una conferenza di lavoratori, a cui erano state invitate, per la prima volta, anche le donne e l’orazione venne tenuta dalla femminista e attivista sindacale Corinne Brown, che chiamò la giornata Woman’s Day. L’iniziativa passò decisamente sotto silenzio, ma, l’anno successivo, il 23 febbraio del 1909, venne celebrata ufficialmente la prima Giornata della Donna, il 22 novembre del 1909 sempre a New York iniziò lo sciopero delle camiciaie, che chiedevano migliori condizioni di lavoro e salari più dignitosi. Il 27 febbraio del 1910 si celebrò, questa volta alla presenza di tremila donne, il Woman’s Day a Carnegie Hall.

L’8 marzo del 1914, poche settimane prima dell’inizio della guerra, si iniziò a celebrare il Woman’s Day anche in Europa, in particolare in Francia, organizzata dal Partito Socialista, in Germania, organizzata sempre dai socialisti, in Inghilterra guidata dalla giornalista e suffragetta Sylvia Pankhrust e in altri paesi. Nel secondo dopoguerra la celebrazione della Giornata della Donna si diffuse in tutto il mondo e, nel 1972, le Nazioni Unite proclamarono ufficialmente l’8 marzo Giornata Internazionale della Donna.

Molto più recente, infine, e esclusiva italiana, è la mimosa come simbolo della Giornata della Donna, il fiore primaverile quale simbolo della femminilità nacque per la prima volta nel 1959 per iniziativa di tre parlamentari: Luisa Balboni del PCI, Giuseppina Palumbo del PSDI e Giuliana Nenni del PSI.

Anche se, al giorno d’oggi, moltissime discriminazioni che riguardavano le donne nel secolo scorso anche in Europa e nelle Americhe sono state progressivamente eliminate, per fare un esempio il suffragio femminile venne riconosciuto per la prima volta in alcuni paesi nel 1919 e, in molti, tra cui l’Italia e la Francia solamente nel 1945, rimangono ancora oggi molte disparità tra uomini e donne, le Nazioni Unite hanno dato come obiettivo ai paesi membri di raggiungere la parità di genere entro il 2030.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: