L’ALBISSOLESE PIETRO GRANDIS NEI PRIMI CENTO AL MONDO NEL CONCORSO COMPLETO

Un grande traguardo per l’equitazione ligure, l’albissolese Pietro Grandis, cavaleire della Scuderia 1918 è entrato a far parte dei primi cento nella classifica mondiale del Concorso Completo.

Pietro Grandis, classe 1994, è ormai un autentico veterano del Concorso Completo, specialità olimpica e una delle più complesse nell’equitazione, cresciuto tra scuola e maneggio, a partire dal 2015 si è trasferito dalla sua Albissola Marina in Germania, diventando primo cavaliere del pluricampione di disciplina Michael Jung, vincitore di tre medaglie d’oro e una d’argento alle Olimpiadi, due ori e un argento ai Campionati Mondiali di Equitazione e di ben sei medaglie d’oro e una di bronzo ai Campionati Europei.

Pietro Grandis come scrive sul suo sito personale si è ambientato benissimo in Germania, dove viene ironicamente soprannominato “il tedesco” grazie alla sua carnagione chiara e ai capelli biondi! Attualmente Pietro Grandis si trova al novantacinquesimo posto della classifica mondiale del Concorso Completo, capitanata dal britannico Oliver Townend ed è secondo tra gli italiani dietro solamente a Susanna Bordone, al cinquantaduesimo posto. La FISE Liguria ha rinnovato i complimenti al giovane cavaliere, un atleta giovane e di talento con tutta una carriera davanti a se.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: