IN VIAGGIO CON EZIO – EGITTO (SECONDA PARTE)

Seconda e ultima parte del racconto di viaggio di Ezio Balostro in Egitto, prosegue il tour della terra dei faraoni, tra tombe, templi, monumenti e città con mercati e suq pittoreschi.

Proseguiamo il nostro viaggio verso nord, direzione Luxor con soste a:Kom Ombo (340.000 abitanti) del periodo Tolemaico con l’unico tempio dedicato a due divinità: Haroeris e Sobek (il dio coccodrillo che simboleggia la fertilità del Nilo). Quindi Edfu (133.000 abitanti): il tempio dedicato a Horus, simbolo del sole nascente, con la statua del dio a forma di falco. Il tempio presenta la tipica struttura egizia dei templi: pilone di entrata, cortili interni circondati da 32 colonne tutte diverse con decorazioni floreali, sala ipostilla fino al Maos, il sancta santorum.

Siamo a Luxor (500.000 abitanti), l’antica Tebe, base di partenza per i nostri prossimi giorni, con il grande tempio di Amon e il magnifico tempio di Karnak a cui era collegato. Iniziamo dalle tombe della Valle dei Re che ospita 63 tombe (dal 1560 al 1069 a.c.): le tombe sono aperte a rotazione a causa dei turisti e i dipinti sono protetti da vetrate e umidificatori. Vediamo in successione 6 tombe che presentano magnifici affreschi, in genere con la storia della vita del faraone o del destinatario della tomba. All’interno è assolutamente proibito fotografare e ritirano la macchina fotografica all’entrata.

Andiamo poi al tempio della regina Haceptsut (1470 a.c.) che governò l’Egitto alla morte di Tutmosi II. Tempio veramente grande che si sviluppa su tre terrazze sovrapposte, protette da portici e collegate da scale. Le pareti dei portici decorati con affreschi, che furono distrutti alla morte della regina. Le tombe della valle delle Regine sono 75, comprese principesse e principi, possiamo vederne solo 3, quelle aperte: presentano bellissimi affreschi ancora molto colorati. Di seguito le imperdibili tombe dei nobili e poi il tempio funerario Ramasseum, con la tomba di Ramsete II, e la sala ipostilla di 24 colonne.

Direzione nord per raggiungere Abydos, importante centro religioso con il grande tempio di Sethi I (1270 a.c.): da vedere i santuari delle Sette Divinità e dove furono trovate le Tavole di Abydos che sono 76 cartigli dei faraoni, indispensabili per orientarsi nella millenaria storia egiziana. Visitiamo poi il tempio di Hator, dea della bellezza, dell’amore, della musica e della danza a Dendera.

Ultimi giorni dedicati alla visita dei siti archeologici più importanti: Karnak e Luxor, assolutamente da non perdere. Karnak è un complesso di santuari, piloni e obelischi dedicati alle divinità egizie e alla gloria dei faraoni: di oltre 2 km quadrati. Il Tempio di Amon – Ra il più grande mai costruito (1965 a.c.): oltre 1500 anni di ampliamenti e rifacimenti ecc lo resero il luogo di culto più importante del Nuovo Regno. Una bellissima sala ipostilla con 134 colonne a forma di loto, il viale delle Sfingi e l’obelisco di Haschepsut. Numerosi piloni separano i vari templi presenti all’ìnterno del complesso fino ad arrivare al Lago Sacro dove si immergevano i sacerdoti di Amon – Ra per la purificazione. Vediamo anche il tempio di Luxor nel pomeriggio per poterlo ammirare completamente illuminato dopo il tramonto. Un viaggio particolare con un approccio storico – culturale importante, ma che riserva anche momenti reali di vita quotidiana.

TOP DEL VIAGGIO – Abu Simbel DA NON PERDERE – Valle dei Re e delle Regine – Luxor e Karnak L’IMPREVISTO – assoluta mancanza di turisti COSA E’ SUCCESSO – la piacevole visita alla casa nubiana ad Assuan LIBRI – Difficile indicare le letture per questo viaggio, sicuramente una buona guida che descriva al meglio tutti i siti archeologici presenti in Egitto e che riporti altresì i vari aspetti sociali e politici del paese.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: