MAGAZINE CINEMA – MADRES PARALELAS DI PEDRO ALMODOVAR

Il film, che ha aperto la Mostra del Cinema di Venezia 78, ha visto Penelope Cruz vincitrice della Coppa Volpi come migliore attrice nel 2021 e ha segnato il ritorno di Almodovar a raccontare il dolore e a riaprire le cicatrici della storia. La pellicola è un pretesto per indagare sulla maternità, sulla famiglia e sulla femminilità.

Protagoniste Penelope Cruz e Milena Smit, due donne agli antipodi, l’una ormai vicina agli anta, l’altra minorenne. Che cosa le unisce dunque? Una stanza d’ospedale, la nascita di un bambino. Janis, la prima e Ana, la seconda, diventano amiche perché madri unite dalla gioia e dalla paura. Janis, quarantenne è una fotografa affermata, Ana una ragazzina sballottata fra due genitori distratti e egocentrici.

Nessuna delle due ha programmato la gravidanza, ma entrambe, dopo il parto, provano un grande amore per le rispettive bambine. L’attenzione del regista si sposta verso una maternità più contemporanea e imperfetta.

La vita delle due protagoniste si intreccia, si tinge di pennellate lievi di thriller, ma ci parla anche di memoria storica e del bisogno di far pace con il passato e immaginare il futuro, perché Almodovar affida alle donne, madri e figlie, il compito di cucire gli strappi dell’indifferenza con l’amore. Janis, rimasta sola dopo la morte della madre per overdose, cresce con i nonni in un paesino di campagna ed è fortemente influenzata dai racconti della nonna che ha visto uccidere il padre dai falangisti. Far scavare la fossa comune dove è sepolto è la sua missione iniziale.

Almodovar denuncia la scarsa memoria storica del suo Paese, la Spagna, che ancora oggi non riesce a mettere la parola fine alla storia dei desaparecidos, i quali aspettano la dignità di un nome e di una tomba. Penelope Cruz dà prova di grande intensità e porta sulle sue spalle buona parte del film sulla verità, sul bisogno di cercarla, sulla sua capacità di pacificare.

M.P.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: