L’INCONTRO DEI SINDACI DELL’ACQUESE E DELL’OVADESE SUL TEMA DELLA SANITA’

I Sindaci del Distretto Sanitario Acqui-Ovada hanno incontrato, nella giornata di mercoledì, l’assessore regionale alla sanità, Luigi Icardi e il direttore generale della Asl Alessandria, Luigi Vercellino, riscontrando una positiva volontà di affrontare i problemi in modo condiviso e programmando una nuova riunione.

Nel corso della riunione sono state affrontate le tematiche che accomunano gli ospedali del distretto e le problematiche legate al territorio. L’assessorato alla sanità e la Asl hanno già valutato alcune soluzioni possibili riguardo ad essi. È stato approfondito anche il problema, molto sentito, del CUP regionale, esponendo le cause che rendono complicata la ricerca di una risoluzione in tempi rapidi.

I Sindaci hanno apprezzato l’impegno espresso dall’assessore Icardi nel voler attivare, attraverso nuovi canali, come ad esempio le farmacie diffuse sul territorio, per agevolare i tantissimi utenti che si trovano nella necessità di prenotare esami diagnostici, visite ambulatoriali o altri servizi.

Soddisfazione da parte dei Sindaci anche nel riscontrare la volontà di investire delle risorse adeguate per ampliare gli spazi dell’Ospedale di Acqui Terme, al fine di realizzare una piastra ambulatoriale e destinare degli spazi ai reparti di chirurgia e ortopedia, conformemente alla delibera sottoscritta nel 2018 dal direttore della AslAl, Brambilla.

Si è parlato poi dell’attuale assetto dell’Ospedale di Ovada, con la rassicurazione della continuità dei servizi che offre attualmente. Ai Sindaci dei territori, che richiedono il ripristino di servizi importanti all’interno dei loro Comuni, come ad esempio i prelievi ematici, è stata assicurata la volontà di reintegrare il personale e i mezzi appena possibile e l’opportunità di effettuare in loco la consegna dei referti.

L’assessore Icardi e il direttore Vercellino hanno espresso volontà di aumentare spazi e risorse per la sanità pubblica, in un contesto che è stato reso estremamente difficile dalla pandemia. I Sindaci hanno infine espresso la possibilità di valutare un modello organizzativo in grado di concentrare le prestazioni sanitarie offerte in altri ospedali del territorio verso gli utenti del territorio Acquese e Ovadese in alcuni giorni della settimana, in modo da pianificare l’ottimizzazione dei trasporti, tema su cui si lavorerà in tempi brevi.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: