LE PRIME IMPRESSIONI DI CONFAGRICOLTURA ALESSANDRIA SULLA VENDEMMIA, IN UN’ANNATA CARATTERIZZATA DAL CLIMA ANOMALO

Con il mese di settembre inizia come ogni anno la vendemmia, è ancora assolutamente presto per fare una panoramica sulla vendemmia nel Basso Piemonte, ma le prime testimonianze, da come riferisce Confagricoltura Alessandria, sembrano più che buone.

Il Presidente di Confagricoltura Alessandria, Luca Brondelli, ha commentato: “Siamo nel periodo di raccolta dei vini bianchi, per cui non possiamo già dire che il nostro sia un resoconto sulla vendemmia 2021, ma si tratta delle prime impressioni dei nostri viticoltori, che si sono presi cura dei vigneti in questa annata agraria che si sta concludendo con la raccolta delle uve. A un primo acchito, la qualità sembra elevata mentre la quantità non abbonda – ha proseguito Brondelli – Speriamo che sopraggiungano adeguate precipitazioni senza eventi estremi, che quest’anno sarebbero fondamentali, dopo la prolungata siccità, per garantire una equilibrata maturazione delle uve. Quest’anno purtroppo verrà ricordato dagli imprenditori agricoli per l’andamento meteorologico, contraddistinto da ogni possibile avversità: dall’inverno caratterizzato da temperature molto miti al gelo primaverile e ancora temporali con bruschi rovesci, trombe d’aria e grandinate violente, per arrivare alla elevata siccità estiva. Saranno premiati i produttori che avranno saputo gestire bene il vigneto durante tutto il corso della stagione”.

Nell’Acquese il 31 agosto è iniziata la raccolta del Brachetto mentre da oggi si procede con quella del Moscato, avendo raggiunto un buon equilibro nella maturazione grazie al clima favorevole degli ultimi giorni. Per quanto riguarda le uve del Passito si inizieranno a raccogliere tra una decina di giorni.

Nell’Alessandrino l’inizio della raccolta delle uve è iniziata a fine agosto, attualmente si stanno vendemmiando i bianchi Chardonnay e Sauvignon mentre per le uve rosse Barbera, Dolcetto e Fresia bisognerà attendere una decina di giorni.

Nel Casalese è iniziata la raccolta delle uve bianche del Chardonnay, ma il grosso inizierà da questo fine settimana. La quantità è piuttosto scarsa a causa dell’andamento climatico, ma le uve sono sane. Per quanto riguarda le uve rosse la vendemmia slitterà di una settimana e si partirà a metà mese con il Grignolino, sempre dalla seconda metà di settembre si procederà con la raccolta del Barbera, del Monferrato Dolcetto e del Monferrato Fresia.

Nel Novese inizierà dopo il 15 la raccolta del Cortese, leggermente in ritardo rispetto allo scorso anno, mentre per i vigneti del Gaviese si attende una produzione meno abbondante ma uve sane. Sul Barbera le quantità sembrano inferiori mentre per il Dolcetto , che si inizierà a vendemmiare dalla settimana prossima, la qualità è ottima.

Nell’Ovadese la settimana scorsa è iniziata la vendemmia dello Chardonnay, che, malgrado una resa scarsa, è di buona qualità, così come il Sauvignon Blanc. Per quanto riguarda il Dolcetto di Ovada la vendemmia inizierà nella settimana centrale di settembre, mentre il Pinot Nero, che si presenta sano, la vendemmia partirà la prossima settimana.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: