VIAGGIO TRA I COMUNI AL VOTO – AD ARQUATA SCRIVIA UNA SFIDA A TRE

Il 3 e 4 ottobre si terranno in tutta Italia le elezioni amministrative, per il rinnovo di centinaia di Comuni, con l’elezione dei Sindaci e del Consiglio Comunale. Sul nostro territorio non sono molti i Comuni che rinnovano le cariche istituzionali, dopo il turno record del 2019. Il viaggio inizia, in ordine alfabetico, da Arquata Scrivia, dove la sfida è a tre.

Come tutti i Comuni di dimensioni relativamente ridotte la politica nazionale è, relativamente, marginale, e la campagna elettorale si concentra invece sulle questioni tipicamente locali.

Tre i candidati alla carica di Sindaco: in ordine alfabetico il primo cittadino uscente, Alberto Basso per la lista “ViviAmo Arquata”, Federico Braini per la lista “Noi per Arquata” e Enzo Guerra per la lista “Amici di Arquata con Enzo Guerra”.

Alberto Basso, 38 anni, è laureato in Economia e Commercio all’Università Bocconi di Milano e svolge la professione di imprenditore. Ha iniziato ad occuparsi di politica fin da giovane, venendo eletto in Consiglio Comunale a soli 23 anni, dal 2011 al 2016 ha ricoperto la carica di Vicesindaco nella giunta di Paolo Spinetto e dal 2016 ricopre quella di Sindaco. Tra gli obiettivi se riconfermato Sindaco c’è la promozione turistica del Comune, con un grande progetto relativo alla sentieristica insieme ai Comuni limitrofi, il completamento e la ristrutturazione della struttura dell’ex Juta, creando un punto di accoglienza turistica a pochi passi dalla Stazione Ferroviaria e la creazione di locali dedicati alle attività artigianali, culturali ed eno-gastronomiche.

Federico Braini, 42 anni, ha una lunga esperienza nel mondo dello sport, è stato infatti prima giocatore, poi capitano e infine allenatore dell’Arquatese, dal 2002 svolge la professione di macchinista per Trenitalia sulle tratte regionali. Non ha esperienze politiche precedenti, ma il padre è stato per dieci anni Consigliere Comunale. Tra gli obiettivi se eletto Sindaco c’è il ritorno del rapporto diretto tra il Comune e le associazioni del territorio che, denuncia, negli ultimi tempi è venuto meno, il ritorno al vecchio spirito collaborativo per evitare che il paese diventi un paese dormitorio, il coinvolgimento degli abitanti vecchi e nuovi e un’Amministrazione Comunale pulita e trasparente che sappia dialogare con la cittadinanza.

Enzo Guerra, 51 anni, si occupa da molto tempo di politica e di pubblica amministrazione, svolge la professione di imprenditore con un allevamento di cani molto conosciuto in zona. La sua esperienza politica è iniziata nel 2006 come Consigliere Comunale di maggioranza nella giunta di Paolo Spinetto, esperienza che è andata avanti fino al 2014 quando si è dimesso ed è passato all’opposizione. Tra gli obiettivi, se eletto Sindaco, c’è il mondo del lavoro, il potenziamento del commercio e la manutenzione delle infrastrutture che, denuncia, sono vergognosamente incompiute, nonché il miglioramento del verde pubblico e infine un nuovo Piano Regolatore, con nuove attività industriali, artigianali e commerciali per dare una risposta alla sempre più crescente domanda di lavoro, specialmente in seguito alla crisi del comparto industriale della zona.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: