CHEESE 2021, GLI ANIMALI AL CENTRO DELL’EVENTO

Dal 17 al 20 settembre ritorna Cheese, il più grande evento internazionale dedicato al mondo dei formaggi a latte crudo e alle forme del latte, organizzato a Bra dal Comune di Bra e Slow Food, con il sostegno della Regione Piemonte. Tema dell’edizione di quest’anno è la salvaguardia del mondo animale, in quanto Cheese 2021 non esisterebbe se non ci fossero gli animali, senza di essi non avremmo il latte e i formaggi, non esisterebbero allevamento, transumanza, pascoli e molto altro ancora.

In preparazione dell’evento ci saranno due conferenze online che si svolgeranno giovedì 16 settembre, da “Oltre il visibile – capiamo e salvaguardiamo il mondo animale” con Serena Milano, segretario generale della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus a “La biodiversità si salva allenando il gusto – impariamo a comprare i formaggi naturali” con Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus.

Le conferenze si inseriscono a pieno nel tema “Noi e gli animali”, se guardiamo al mondo dei formaggi e pensiamo al mondo animale non dobbiamo limitarci agli animali da latte come vacche, pecore e capre ma andare oltre e chiederci quali sono gli elementi vivi, appartenenti al mondo animale, che influiscono nel processo che ci consente di avere il latte e di conseguenza il formaggio, non solamente i capi da latte ma anche gli insetti impollinatori, a cui dobbiamo le fioriture e i microorganismi che abitano il suolo come funghi, batteri e lieviti.

Proprio per questa ragione Cheese 2021 considera gli animali nel senso più ampio, ogni forma di vita infatti interviene nel processo che ci restituisce formaggi che rispecchiano al meglio le caratteristiche di un territorio, saperlo è un dovere, scoprirlo è un piacere.

Slow Food parla di formaggi naturali direttamente ai consumatori, facendo capire loro le ragioni per le quali, da diversi anni, si insiste sull’importanza dei formaggi naturali, educando a riconoscerli quando li gustiamo e soprattutto abituandoci a sceglierli e a chiederli.

Un formaggio naturale è molto diverso da un formaggio prodotto con i fermenti industriali, la differenza è netta già dal sapore, in particolare in quelli stagionati, grazie al fatto che la flora batterica si diffonde e moltiplica, dando origine a differenze organolettiche notevoli. I formaggi naturali, inoltre, sono l’espressione del luogo in cui vengono prodotti, ne riproducono, in miniatura, la biodiversità. Produrre un formaggio naturale significa lavorare con i batteri disponibili per natura, quelli degli animali, quelli che derivano dall’alimentazione al pascolo, quelli dovuti al clima, per farlo occorre dire no a tutto quello che è standardizzato come i formaggi con fermenti industriali.

Cheese 2021 considera gli animali come tema portante dell’edizione, con un focus sul regno animale e sulla varietà di connessioni con le azioni dell’uomo, già da oggi è straordinaria l’attenzione all’evento e dei protagonisti, sia da parte del mondo della ristorazione che quello dell’ospitalità del territorio.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: