SI E’ SVOLTA OGGI A SPINETTA MARENGO L’ASSEMBLEA GENERALE DI CONFAGRICOLTURA ALESSANDRIA

Questa mattina, nel cortile interno della Tenuta La Fiscala di Spinetta Marengo, si sono svolte le assemblee ordinarie e straordinarie di Confagricoltura Alessandria. La prima si è svolta alla presenza del notaio Sergio Finessi, per discutere e deliberare alcune modifiche statutarie. Il Bilancio consuntivo del 2020 e il Bilancio preventivo del 2021 sono stati letti alla presenza del presidente provinciale, Luca Brondelli, del direttore provinciale, Cristina Bagnasco e del Collegio Sindacale. Presenti all’assemblea anche Lorenzo Morandi, tenutario della Tenuta La Fiscala e i due vicepresidenti, Stefano Pareti e Franco Priarone.

Dopo l’approvazione dei bilanci sono stati premiati i dipendenti in forza da venticinque anni presso il Sindacato degli imprenditori agricoli, con la consegna delle targhe celebrative e la consegna di un riconoscimento ai neo-pensionati per il lavoro svolto.

La relazione politico-sindacale del presidente e componente della Giunta nazionale del Sindacato agricolo, Luca Brondelli che ha commentato: “Nel corso di questi mesi colpiti dalla pandemia è stato sicuramente difficile proseguire nel quotidiano, anche perché alcuni collaboratori ed associati si sono ammalati e qualcuno purtroppo non ce l’ha fatta. Il nostro lavoro di agricoltori non può fermarsi ed in questo periodo è stato riconosciuto da tutti, anche dal grande pubblico con ampia visibilità ottenuta attraverso i media. Anche l’attività sindacale incentrata sulla tutela degli associati è stata portata avanti con grande impegno da parte della struttura. Abbiamo ottenuto successi a livello politico sui temi ambientali e dell’innovazione tecnologica. Ci stiamo battendo su altri fronti come quello della difesa del ‘Made in Italy’ tramite l’etichetta a batteria e quello del benessere animale negli allevamenti ed altre tematiche che rientrano nel Green New Deal e nel Farm To Fork della futura Politica Agricola Comunitaria. A questo proposito, è necessario che la nuova PAC rimanga una politica economica per le imprese. Proprio ieri sera è saltato il Trilogo, quindi la trattativa in Europa andrà ancora avanti con ulteriori rallentamenti rispetto ai tempi prefissati. Stiamo inoltre facendo leva nei luoghi preposti per portare avanti la posizione dell’Italia, che si differenzia da quella di altri Paesi del vecchio continente, nell’interesse di chi come noi svolge la professione di imprenditore agricolo”.

Gli oltre duecento delegati presenti, dopo aver ascoltato le parole del Presidente, hanno animato un dibatto come sempre molto costruttivo, a cui ha partecipato anche il presidente di Unioncamere Piemonte, Gian Paolo Coscia e il neopresidente del Consorzio Tutela del Gavi, Maurizio Montobbio.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: