VERSO LE AMMINISTRATIVE D’AUTUNNO, FEDERICO BRAINI CANDIDATO SINDACO AD ARQUATA SCRIVIA

Mi chiamo Federico Braini, ho 43 anni, sono perito elettrotecnico e delle telecomunicazioni , lavoro come macchinista ferroviario. Non ho mai fatto politica attiva, nemmeno come tesserato di un partito, ma sono stato sempre molto partecipe alla vita in paese e all’impegno di mio padre, che è stato consigliere comunale per un decennio. Il calcio è pagina importante della mia vita, e mi ha portato non solo a giocare, ma anche ad allenare, fino allo stop per la pandemia, dai bambini alle prime squadre. Amo vivere il mare in ogni modo e sciare. Ma la mia passione più grande è stare con la mia famiglia e fare il papà.

Perché ha deciso di candidarsi a sindaco? Pensa di essere la persona giusta a guidare il Comune di Arquata?

Quando il Covid 19 ci ha costretti a fermarci, mi sono ritrovato a pensare alla possibilità di portare in un progetto concreto la volontà, che sento da sempre dentro di me, di mettermi a disposizione della cittadinanza, e di dare nuova linfa alle esperienze di forte spirito di condivisione e coinvolgimento della comunità vissute da ragazzo, ad esempio durante eventi e manifestazioni. Considero lo spirito di comunità una fra le ricchezze più grandi di Arquata, eppure temo che si sia un po’ affievolito, che non sia più percepito come qualche anno fa. Così ha cominciato a prendere forma la mia idea di candidatura. Credo spetti ad altri dire chi è “giusto” . Da parte mia so di poter garantire senso della responsabilità, perseveranza, empatia verso i cittadini.

Come pensa di affrontare le sfide future?

Possiamo solo in parte immaginare le sfide future. Abbiamo ormai imparato che l’imprevisto sta sempre dietro l’angolo. Per questo ritengo fondamentale tenere il passo con innovazione e tecnologie, prestare sempre la massima attenzione alle istanze del territorio, saper unire senso della tradizione e lungimiranza. In più, personalmente e come gruppo, resta importante porsi con mente aperta e modi flessibili.

Quali progetti svilupperebbe nel recovery found?

Il recovery fund si prospetta come una grande occasione e raccoglie molte aspettative e anche già numerose ipotesi per investimenti sostanziosi, ma per passare dalle idee ai progetti concreti occorre aspettare di conoscere l’ammontare delle somme e il periodo in cui arriveranno. Mie priorità sono la tutela del territorio, la promozione turistica e la progettualità nel sociale, nello sport e nell’istruzione .

Cosa pensa accada dopo la pandemia?

Penso che il dopo pandemia sarà caratterizzato da un grande desiderio di rilancio e di superamento delle difficoltà e dal ritorno della gente agli incontri e alla socialità tanto mancati in questi mesi. Alcuni mutamenti, come la svolta dello smart working e l’abitudine a vivere maggiormente le proprie giornate in realtà medio piccole, hanno probabilità di consolidarsi, creando anche esigenze diverse, cui le amministrazioni comunali dovranno rispondere.

Quali sono i suoi piani di sviluppo per Arquata e frazioni?

Il principale piano di sviluppo vuole essere punto di partenza e solida base per ogni altro piano. Solo coltivando il patrimonio già presente in Arquata, a partire dall’aspetto umano, si sarà in grado di percorrere vie di grande respiro per una nuova economia, una crescita sostenibile, un turismo che valorizzi ogni realtà dei luoghi. Sviluppo significa anche capacità di trarre il meglio da differenze e peculiarità : parlo di ogni fascia della cittadinanza, ma anche delle specifiche caratteristiche di capoluogo e frazioni. 

Che competenze deve avere oggi un candidato sindaco?

Un bravo sindaco, secondo me, può avere competenze diverse, deve però, prima di tutto, possedere sincera voglia di spendersi al servizio della città. Non può rinunciare alla capacità di ascolto nei confronti del suo gruppo, della minoranza e di tutti i cittadini. Deve inoltre adoperare una certa abilità nel coordinare il lavoro di uffici e amministratori, nel promuovere il dialogo di chi agisce nel tessuto produttivo e associativo, e, non in ultimo, offrire la propria riscontrabile presenza e responsabilità, saper essere un punto di riferimento per tutti senza, al tempo stesso, accentrare troppo.

E un consigliere comunale?

Un consigliere comunale viene chiamato a dimostrare spirito di squadra, voglia di “rimboccarsi le maniche”, a esprimere il proprio bagaglio di competenze nel gruppo, e a mantenersi presente e attivo nei momenti della vita amministrativa.

Perché gli Arquatesi dovrebbero votarla?

Chiedo agli arquatesi di votarmi per essere, da subito, parte del “Noi” da cui prende il nome la mia lista. Un “Noi” che parte da un gruppo di lavoro per raggiungere tutta Arquata, nel nome di quel senso di comunità che tanto mi sta a cuore. Un “Noi” che sento di rivolgere a chi sente l’esigenza di nuove energie e slanci freschi, e a chi crede nella democrazia dell’alternanza. Un “Noi” in cui comprendo chi mi sosterrà col suo voto, e anche chi non lo farà.

Un sogno per Arquata

Un sogno semplice eppure molto ambizioso: un giorno del 2026 in cui a un arquatese, di lunga data o da poco residente, venga chiesta un’opinione sul paese. E che risponda che Arquata non somiglia a nessun altro luogo, che è un vero “porto di terra”, dove le persone approdano, si incontrano, collaborano, partecipano e trovano opportunità e risposta. E, soprattutto, che descriva Arquata come un paese in cui nessuno si sente solo. 

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: