“NE SONO TRASCORSI DI ANNI!” LA POESIA DI MARIO TRAVERSI PER CELEBRARE IL 25 APRILE

Per celebrare il 76° anniversario della Liberazione ecco una poesia dialettale di Mario Traversi accompagnata da un disegno di Roby Ciarlo, il titolo della poesia è “Ne son passae di anni!” cioè “Ne sono trascorsi di anni!”.

Il 25 Aprile, ricorda Mario Traversi, ci riporta il ricordo di una dura e sofferta lotta per riconquistare la Libertà, con tantissimi che lasciarono la loro vita sui monti per riscattare l’Italia dalla dittatura ma, al di la di reminiscenze e lutti dolorosi, che divisero l’Italia, restano i sentimenti di amicizie vissute e perdute per ritornare ad una vita dove l’odio e i risentimenti lasciarono il posto a struggenti ricordi.

A volte una poesia ci fa rivivere sensazioni che ci riconducono all’essenza del nostro vivere, alla speranza di un mondo di pace e del superamento di fronti contrapposti.

NE SON PASSÆ DI ANNI!

A stradda a monta

e o sciòu o no l’è ciù

quello de’n tempo.

Ma mì son riturnòu

scë sti monti

perché staneutte in seunno

ho risentïo ‘n lamento

e u me pareiva quello de giovanni

che do quarantaquattro

in mëzo a queste prïe

o gh’a lasciòu i sò vint’anni.

Quanti ricordi, quanti,

me son passæ davanti.

O freido, e sciùppettæ

e doppo, finalmente,

o sô da Libertæ.

Ma in çimma a questi bricchi

quanti ghe son restæ!

…E in te bandée d’Arvî

han ciento tante moae.

Pe questo son tornòu…

Ritreuvo ùn nùmme inciso

in scë ‘na vëgia prïa.

…Giovanni e o sò sorriso

de chì n van ciù via.

NE SONO TRASCORSI DI ANNI!

La strada sale/ e il fiato non è più quello di un tempo./ Ma io sono ritornato/ su questi monti/ perché stanotte in sogno/ ho risentito un lamento/ e mi sembrava quello di Giovanni/ che del quarantaquattro/ in mezzo a queste pietre/ vi ha lasciato i suoi vent’anni./ Quanti ricordi, quanti,/ mi sono passati davanti./ Il freddo, le fucilate/ e dopo, finalmente,/ il sole della Libertà./ Ma sopra a questi monti/ quanti ci sono rimasti./…E nelle bandiere di Aprile/ hanno pianto tante madri./ Per questo sono ritornato…/ Ritrovo un nome inciso/ su di una vecchia pietra./…Giovanni e il suo sorriso/ da qui non vanno più via. – (Mario Traversi)

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: