L’ACQUI DOCG ROSE’ E IL FILETTO BACIATO PROTAGONISTI DI “EAT PARADE” DELLA RAI

Le eccellenze del territorio protagoniste in televisione, parliamo del Filetto Baciato e dell’Acqui Docg rosè di Acqui Terme che saranno i protagonisti della trasmissione della Rai “Eat Parade” che andrà in onda domani alle ore 13 e 30 dopo l’edizione del telegiornale. Il servizio è stato realizzato dal giornalista Fabrizio Salce e della sua troupe, il programma è presentato da Bruno Gambacorta.

Siamo naturalmente felici che l’Acqui docg Rosé si sia trovato protagonista di una trasmissione TV nazionale che racconta le eccellenze del territorio italiano – ha commentato il presidente del Consorzio Vini d’Acqui, Paolo Ricagno che ha aggiunto – del resto le bollicine dell’Acqui docg Rosé, sono al 100% italiane, ottenute da un unico vitigno assolutamente autoctono e sono ideali con il Filetto Baciato come abbinate a tante altre tipicità piemontesi e italiane della cucina e dell’agroalimentare. Un vanto tutto del Piemonte e che di cui i piemontesi devono a buon diritto andare fieri e orgogliosi”.

Il Filetto Baciato, nato a Ponzone alla fine dell’Ottocento da Romeo Malò è il salume più insolito del Piemonte, composto da carne macinata che ricopre un “cuore” intero del filetto o del sottofiletto del maiale.

I giornalisti di Eat Parade hanno fatto tappa alle cucine del Ristorante I Caffi di Acqui Terme dove la chef Sara Chiriotti ha preparato appositamente un panino fatto con pane artigianale, olive taggiasche e farcito con fette di Filetto Baciato e burro.

Alessio Lo Sardo, dell’Enoteca Regionale “Terme e Vino” ha invece mostrato alla redazione il migliore accompagnamento del piatto con le bollicine dell’Acqui Docg rosè.

Le nostre eccellenze tornano nuovamente sul palcoscenico nazionale – ha detto il Sindaco Lorenzo Lucchini – Questa è la dimostrazione che il patrimonio di cui disponiamo è unico, e continua a stupire e a meravigliare. Protagonista di questo servizio non è stato solo un prodotto tipico come il filetto baciato, ma hanno potuto avere risalto anche i nostri vini. Possediamo un patrimonio enogastronomico che non ha nulla da invidiare ad altre città e, consapevoli di ciò, il nostro compito è impegnarci da cittadini a diffondere sempre più le nostre eccellenze”.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: