Novi Pallavolo, andamento lento vincente

Novi vince e convince; nel 3-0 (25-23,25-19,25-22) finale spicca l’ottima prestazione del duo Romagnano-Repettino, il giovane Sbarbori entra e contribuisce a vincere il primo set, per il resto un Moro micidiale, un Belzer concreto e un Bassanese che cresce di gara in gara, tanto che la società pensa di blindarlo a vita con la maglia biancoceleste.

Nel primo set Novi devastante, va sul 21-13 poi si concede qualche distrazione, Casalpusterlengo riesce così ad agganciarla (23 pari) ma poi Moro e compagni riescono a chiudere il parziale, determinante l’ingresso di Sbarbori che coglie un punto preziosissimo; negli altri due set Novi corre pochi rischi, nel secondo accelera sul 15 pari, nel terzo, sotto 6-10 e 14-16, acciuffa i lombardi e, una volta in vantaggio, chiude i conti e si prende tre punti importanti; adesso ci sono due gare importanti per i novesi, la trasferta di Caronno Pertusella e la gara casalinga contro l’attuale capolista Savigliano.

 

ogimage

IL DOPOGARA: “ MOLTO BENE NEI PRIMI DUE SET”

Matteo Repetto junior (Repettino) esce dal campo felice per questi tre punti:” Vittoria meritata, solo nel primo set siamo calati ma è normale, noi dobbiamo sempre giocare così, non abbiamo mezze misure; la trasferta di Caronno?; ci andiamo senza paura, loro hanno costruito una squadra per vincere il campionato ma noi non ci faremo impressionare”.

Angelo prato è l’usato sicuro, un palleggio semplice ma efficace:” Tre punti importanti, nei primi due set abbiamo stradominato, bene in tutti i fondamentali, ora andiamo a giocarci una gara importante come quella di Caronno con umiltà, sarà una sfida importante e ci dirà dove potremo arrivare”.

Gianluca Bassanese, altra prestazione con lode:” Una gara ordinata, rispetto alla sfida interna contro il Cerealterra siamo stati piu’ bravi e leggere i momenti nei tre set; la trasferta di Caronno?; una delle tante tappe ma è ancora presto per parlare di sfida cruciale; la mia prestazione?; sono in forma, qui mi trovo bene e spero di rimanere il piu’ lungo possibile”.

Per il Casalpusterlengo parla il diesse, Donato De Pascali:” Una partita dove Moro hà fatto la differenza, commenta l’ex diesse dell’Ongina, quello che ci brucia è la sconfitta interna contro il Bresso della settimana scorsa, dobbiamo assolutamente muovere la classifica, tra quattro giorni arriva il Pallavolo Saronno, è l’occasione giusta per sbloccarci”.

QUAGLIOZZI E IL BIENNALE

Anche mister Quagliozzi si presenta ai nostri microfoni per commentare questa vittoria:” La squadra mi hà dato la risposta che volevo, si merita un bel sette in pagella, nei momenti cruciali eravamo sempre concentrati e presenti; sono molto contento della difesa, bene anche la ricezione, forse potevamo fare meglio in attacco ma va bene così”.

Mister Quagliozzi poi analizza le gare con Caronno Pertusella e Savigliano:” Io non le considero fondamentali, come vedi in ogni turni c’è sempre una sorpresa, questo è un campionato molto ma molto equilibrato”.

Mister Quagliozzi e il biennale:” Se ne riparlerà a gennaio, stiamo facendo tutti un ottimo lavoro, c’è simbiosi tra società e giocatori, questo è molto importante”.

Così in campo: Prato, Moro, Belzer, Capettini, Repettino, Romagnano, libero Bassanese: utilizzato Sbarbori

Classifica: Savigliano 16, Caronno Pertusella Va, Garlasco 15, Malnate Va* 13, Novi Pallavolo*, Cerealterra 12, Cus Genova 9, Alto Canavese Volley*6, S. Anna Torino *4, Pallavolo Saronno*, Bresso 3, Allianz Mi, Casalpusterlengo*0

L’EDITORIALE: IL QUAGLIOZZISMO DEL TERZO MILLENNIO

di Mario Bertuccio

FB_IMG_1570468626871

Dopo sei turni la Novi Pallavolo hà già il suo record; non ricordiamo infatti quattro vittorie dopo cinque partite (in un turno ha riposato), questa squadra è la creatura di un ex giocatore che ha nel suo dna il carattere; mister Quagliozzi merita non solo il biennale (aggiornamenti per gennaio) ma anche la medaglia d’oro per aver ricostruito ,in pochi mesi , un gruppo vincente; chiedete al Garlasco, al “Palabarbagelata” ci ha rimesso le penne.

Caronno Pertusella e Savigliano saranno due banchi di prova per testare il “Quagliozzismo “ del terzo millennio, nessuno ha chiesto all’ex libero di portare Novi al salto di categoria (ambito dal sottoscritto), semplicemente di mantenere la categoria; la risposta è sotto i nostri occhi, quattro punti in meno dalla capolista ma anche con una gara in meno; e la rivalutazione di Angelo Prato è anche opera sua; Repettino ha rilevato Scarrone con successo, Bassanese è un gioiellino da custodire, insomma la strada è quella giusta; aspettiamo solo il botto di dicembre, quattro gare dove raccogliere piu’ punti possibili, sognando un biennale a gennaio.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: