Casalnoceto, recupero fatale. La Capriatese ringrazia Sola

Un altro 1-0, un’altra amarezza; l’inizio di campionato del Casalnoceto è come un labirinto senza uscita, dove ogni porta conduce al nulla.

Il gol partita arriva questa volta in pieno recupero, da calcio d’angolo; la testata di Sola è precisa nell’angolino e Machmach, finora impeccabile, non può farci niente, neanche smanacciare quel pallone e impedire che si insacchi nella rete, per l’esultanza quasi incredula dei tifosi di casa.

La partita tra Capriatese e Casalnoceto, cari lettori, non è stata ricca di vere occasioni da rete ma è stata molto fisica; e tattica, soprattutto nei primi dieci minuti; contro i gialloverdi mister Sartori schiera subito dall’inizio Teggi e Biasi, per il resto è la fotocopia della gara di sette giorni fa con il Cassine.

Il primo tempo vede solo un occasione da segnalare, quella di Giannichedda, Machmach però respinge di piede da pochi passi.

Nella ripresa la Capriatese avanza il suo baricentro ma il Casalnoceto lotta, accetta la sfida anche se ha poche ripartenze pericolose; ci prova Bruno su punizione, alto , poi Ottria, su cross al bacio di Giannichedda, spedisce al volo sul fondo a colpo sicuro; Machmach prima neutralizza un tiro dello stesso Giannichedda poi si oppone da campione su Geretto nell’area piccola; e il Casalnoceto?; cerca manovre d’alleggerimento, come la punizione di Karambakhsh finita alta di poco, per il resto cerca di contenere l’offensiva gialloverde e ci riesce con la mentalità di chi sa di affrontare una squadra sulla carta piu’ forte; quando lo 0-0 sta per materializzarsi ecco il colpo di testa di Sola a permettere ai suoi compagni di restare in vetta a punteggio pieno, per Finiguerra e compagni un amaro ritorno a casa.

I COMMENTI: “VITTORIA DOPPIA”- “ SERVE LA GIUSTA MENTALITA’”

915925      1023688

Mister Samir Ajjor è soddisfatto dei tre punti ed elogia i suoi ragazzi:” Una vittoria che vale non tre ma sei punti perché avevamo di fronte una squadra che non ci ha concesso molte chances ma i miei hanno giocato davvero bene, infatti non hò nulla da rimproverare”.

Lo stesso Ajjor poi continua: ”Queste sono partite dove sembra che la palla non debba mai entrare, siamo stati bravi a crederci fino alla fine; ora c’è la trasferta di Cassine, mi aspetto la stessa prestazione; in ogni gara miglioriamo nei dettagli e nelle piccole cose che ci permettono di crescere come squadra”.

Simone Ottria ha avuto nella ripresa l’occasione per segnare:” Neanche io so come hò fatto a sbagliare, il cross era perfetto, l’importante è aver trovato alla fine i tre punti, è stata una partita difficile, il Casalnoceto ha giocato una gara gagliarda e non ci ha lasciato tanti spazi, c’è anche da dire che siamo in una condizione non ottimale; il Cassine?; vogliamo vincere e per farlo dobbiamo dare una prova di forza e giocare una gara perfetta”.

Mister Sartori esce dagli spogliatoi con una dichiarazione che esula dalla partita:” Martedì non ci sarò all’allenamento, per motivi personali non posso piu’ allenare”.

Lo stesso Sartori poi invece analizza il match:” Abbiamo tenuto bene il campo, abbiamo ribattuto colpo su colpo, forse la differenza l’hà fatta l’esperienza, peccato perché il punto ci avrebbe dato morale, soprattutto ottenuto su un campo difficile come quello di Capriata”.

M Barek Machmach commenta l’1-0 finale:” Non eravamo concentrati, dobbiamo poi cominciare anche a segnare e per farlo serve la giusta mentalità, senza gol fai pochi punti”.

Jakaria Camara ha lottato e tenuto botta ma ha avuto poche occasioni da rete:” Fino alla fine noi ci abbiamo creduto, prendere gol nel recupero fa male, dobbiamo sbloccarci, e subito”.

Marco Biasi, una gara intelligente:” Rispetto alla vigilia è stata una gara combattuta, perdere così però ti lascia l’amaro in bocca”.

Domenica, contro il Cassano, ritorna Maneth, il bomber che ha scontato la squalifica:” Dobbiamo ritrovare gol e fiducia, questa è la ricetta per toglierci dallo zero in classifica”

Capriatese: Fiori, A. Cairello, Sola, Bruno, Oddone, Massone, Dellalatta (Coco), Panariello (Re), Bisio (Traverso), Giannichedda (Geretto), Ferrari (Ottria)

Casalnoceto: Machmach, Oseibonsu (Thiam), Perta, Lacina, Karambakhsh, Finiguerra, Tijani (Magne), Biasi, Caruso, Teggi, Camara

Arbitro: Guglielmero di Alessandria

Reti: 94 Sola

IPSE DIXIT: “Partita complicata, noi forse potevamo fare di piu’, l’1-0 finale è comunque un risultato bugiardo” (Matteo Teggi)

GRAZIE AMICO: Machmach (Casalnoceto): tiene bloccato l’incontro con delle belle parate.

IL PAGELLONE: LACINA SEMPRE LUCIDO, TIJANI EGOISTA

20190908_172337

Machmach (7.5): su Giannichedda e Geretto parate da oscar, sul gol non hà colpa

Oseibonsu (6.5): spinge sulla fascia e contrasta l’offensiva gialloverde- Thiam (sv): troppo poco tempo in campo

Perta (6): sulla sua fascia patisce l’offensiva di Dellalatta, migliora nella ripresa

Lacina (7): è la mente del centrocampo, sempre lucido anche quando è pressato; sa leggere i tempi giusti d’ inserimento dei compagni.

Karambakhsh (6.5): ottima prova, esperienza e tattica messe insieme.

Finiguerra (6.5): come Karambakhsh, un baluardo.

Tijani (5,5): troppo egoista quando ha la palla, a volte potrebbe scaricarla al compagno- Magne (6): si rende pericoloso con due fughe senza esito.

Biasi (6,5): una gara intelligente, sta anche ritrovando la forma fisica.

Caruso (5,5): corre tanto ma non hà mai l’occasione.

Teggi (6): buona prova ma non trova mai l’imbucata.

Camara (6,5): lotta molto ma anche lui non trova il tiro.

Classifica: Capriatese, Frugarolese 6, Boschese, Cassano, Sale, Cassine 4, Deportivo Acqui 3, Viguzzolese 2, Libarna, Castelnovese, Real Novi, Mornese 1, Casalnoceto, Pro Molare 0

Prossimo turno (29-9- 2019)- 3 giornata

Casalnoceto (0)- Cassano (4)

Cassine (4)- Capriatese (6)

Castelnovese (1)- Real Novi (1)

Libarna (1)- Sale (4)

Mornese (1)- Viguzzolese (2)

Frugarolese (6)- Boschese (4)

Pro Molare (0)- Deportivo Acqui (3)

 

L’ EDITORIALE: L’ORA DEL RISCATTO

di Mario Bertuccio

915925 (1)

Una belva ferita; questa è l’immagine del Casalnoceto, sconfitto nel recupero a Capriata quando lo 0-0 sembrava scritto; e, come tutte le belve ferite, ci aspettiamo una reazione.

Domenica al comunale di via Gavina Lugano arriva il Cassano, attualmente secondo a quota quattro punti, serve una reazione, serve trovare la prima rete stagionale; gli arancio-neri ritrovano Maneth, il bomber dello scorso anno, come sarà allora lo schema tattico che il nuovo mister (Sartori lascia per motivi personali) schiererà in campo?.

Questa squadra, vista nelle prime due giornate, non merita certo lo zero in classifica, va anche detto che occorre un attacco piu’ risolutivo; se contro il Cassine almeno c’è stato un tiro verso la porta a Capriata di occasioni non ne abbiamo viste ma a volte basta una scintilla per far esplodere un reparto che, tecnicamente, è valido.

Domenica quindi serve il riscatto, serve cancellare quello zero in classifica che Finiguerra e compagni non meritano; non sarà una partita facile, gli ospiti vogliono entrare nella griglia play-off ma di fronte avranno una belva ferita, pronta a reagire mostrando gli artigli.

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: