Casalnoceto, sotto la pioggia spunta Provasi

Non sarà certo stato un Casalnoceto spettacolare quello visto giovedì contro la Juniores provinciale Varzi ma ha dato a mister Sartori indicazioni positive; innanzitutto la difesa ha retto bene, sotto la pioggia, l’offensiva degli avversari, finora la compagine piu’ forte affrontata in queste amichevoli estive; poi l’impianto di centrocampo, formato da giocatori che mai avevano giocato insieme una gara, infine la versatilità di alcuni giocatori.

La rete che decide la gara è firmata da Mattia Provasi su suggerimento di Camara, un tiro quello del numero dieci che non lascia scampo all’estremo difensore Barbieri.

Nonostante un clima tipicamente inglese la partita è stata piacevole, con Camara e Tijani che provavano il raddoppio ma anche con una juniores Varzi che per molti minuti ha messo all’angolo gli arancio-neri con un buon possesso palla, Karambakhsh e Finiguerra però hanno chiuso bene la via centrale mentre Thiam e Perta hanno dovuto macinare chilometri, sia in fase difensiva che in quella offensiva.

Nella ripresa l’occasione del raddoppio capita sia a Magnè, nell’insolita veste di attaccante, e di Camara ma senza risultato; si affaccia ora la juniores Varzi, che costringe Torti ad un bell’intervento su tiro insidioso di Fantuzzi; la girandola di sostituzioni non cambia il risultato e così arriva la quarta vittoria in quattro gare, non male come biglietto da visita.

Casalnoceto

AUTOCRITICA DI CARUSO

Il percorso, finora positivo, del Casalnoceto trova però l’autocritica di Danilo Caruso, bomber con esperienza nella promozione calabrese:” La mia prestazione oggi è da cinque, in quarantacinque minuti un attaccante deve saper tirare almeno una volta in porta”.

Jakaria Camara invece è soddisfatto:” Per adesso il percorso è vincente, fisicamente stiamo crescendo e i giovani stanno imparando in fretta come muoversi, per la prima di campionato vogliamo farci trovare subito pronti”.

Matteo Teggi, classe 2001, ha dato molto in un centrocampo sperimentale:” Nonostante la pioggia è stata una bella partita, dai ritmi alti, intensa; fisicamente sto migliorando giorno dopo giorno e voglio fare un buon campionato”.

Arriva poi Mattia Provasi, l’autore del gol partita:” E’ stata una partita molto piu’ difficile rispetto agli altri incontri perché avevamo di fronte una squadra ben organizzata, l’averla vinta senza aver subito reti è un bel segnale, significa che il gruppo sta crescendo positivamente”.

Lo stesso Provasi poi ci racconta il gol: “Bravo Jakaria a vedermi libero ai venticinque metri e a servirmi quel pallone, io hò calciato con tutta la forza che potevo ed è andata bene”.

BICCHIERE MEZZO PIENO

Mister Marco Sartori vede questa vittoria come il classico bicchiere pieno a metà:” Contro una squadra tosta e senza tre titolari direi che questo 1-0 è sicuramente un buon risultato; molto bene sulla fascia Thiam e il centrocampo sperimentale ha dato indicazioni positive, bravi anche sulla tenuta difensiva; quello che mi ha però fatto arrabbiare è il mancato raddoppio, eppure le occasioni le abbiamo avute, poi giochiamo ancora a sprazzi; dobbiamo avere piu’ intensità”.

Domenica, alle ore 18, altra amichevole, avversario di turno è la Juniores provinciale Viguzzolo, giovedì 12 settembre invece sarà la volta del Casei Gerola:” In queste due ultime amichevoli dobbiamo capire di quanto siamo migliorati, commenta ancora mister Sartori, mancano nove giorni all’inizio del campionato, facciamoci trovare pronti”.

IPSE DIXIT: “ Anche sotto la pioggia abbiamo dimostrato di essere vincenti” (Marco Finiguerra, capitano Casalnoceto)

Così l’undici iniziale arancio-nero: Torti, Perta, Thiam, Teggi, Karambakhsh, Finiguerra, Tijani, Dibiasi, Caruso, Provasi, Camara; sono entrati Magnè, Kan, Bogdan, Osagie, Giano.

Così l’undici della Juniores provinciale Varzi: Barbieri, Chiesa, Salvini, Maftei, Marcone, Fantuzzi, Rampoldi, Salviotti, Nobile, Aprile, Saccardi.

L’EDITORIALE: LA CURA DEI DETTAGLI

di Mario Bertuccio

Il metodo di gioco che mister Sartori utilizza è applicabile solo se c’è sacrificio, gioco di squadra, capacità di leggere i momenti della partita e duttilità di ruolo; Marco Sartori, in questo, è quasi maniacale quanto Antonio Conte, e questo è un bel segnale visto i risultati ottenuti dall’ex giocatore juventino.

Fatte le dovute proporzioni diciamo subito che mister Sartori conosce questa squadra come un viticoltore conosce le sue viti; le cura, le tratta come figli e poi aspetta che arrivi il tempo dei frutti; ecco, Marco Sartori è così, cura meticolosamente i dettagli e sa quali sono i punti di forza del suo gruppo, come ne conosce i punti deboli; la forza di un gruppo è derivante dalla forza di colui che lo guida, dal suo condottiero.

Le indicazioni ottenute nelle quattro amichevoli devono poi trovare i risultati già tra nove giorni, quando arriverà il Cassine e si comincerà a fare sul serio.

Sartori si affida al tridente e soprattutto all’intensità di gioco dei centrocampisti, è un metodo che sulle prime potrebbe avere problemi d’assorbimento ma poi, alla lunga, porta risultati, ecco perché prima lo si capisce prima arrivano i frutti di tanto lavoro; la strada che porta alla cima sarà irta di ostacoli, a mister Sartori trovare subito la formula vincente.

1023688

 

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: