“Il Borgo delle Storie” il festival teatrale che fa scoprire la splendida Val Grue

Dagli ampi e suggestivi panorami che sa regalare la Val Grue alla vecchia bottega di paese ormai dismessa che per qualche giorno torna a vivere grazie al teatro. Dalle compagnie di ragazzi che si riunisce in piazza Doria per passare la serata estiva con giochi, i più piccoli, e chiacchiere fino a tarda notte, quelli un po’ più grandicelli, agli appassionati di Fausto Coppi, giunti da Tortona e da Alessandria che si ritrovano in un cortile privato a celebrare il centenario della nascita del Campionissimo, ricordandolo insieme al fratello Serse, alla moglie Bruna, ai gregari, all’allenatore cieco Biagio Cavanna; proprio nel giorno del compleanno del rivale di sempre: Ginettaccio Bartali. Dai monologhi di Emanuele Arrigazzi, scritti da Allegra de Mandato alle compagnie teatrali che, giunte da tutt’Italia, portano i loro spettacoli anche qui. Dalle presentazioni di libri sotto agli ippocastani di piazza Doria e per le vie del borgo all’osservazione dell’eclissi di Luna al telescopio.

Il borgo delle storie IV

Tutto questo fa parte della magia che avvolge Garbagna, e da due anni anche tutta la Val Grue, durante i giorni del Festival teatrale.

Uno dei borghi più belli d’Italia per quattro giorni si trasforma nel “Borgo delle Storie”, il coraggioso Festival che dal 2016, grazie alla volontà del Comune di Garbagna e alla disponibilità della Fondazione C.R. Tortona, che sostiene finanziariamente il progetto, è entrato nel circuito di offerte culturali del nostro territorio.

Garbagna il teatro Rovelli

Un festival coraggioso, perché ci va coraggio a mettere in piedi una macchina culturale così complessa, rivolgendosi a dei professionisti dove prima il teatro era sempre stato fatto in maniera amatoriale. Come non ricordare la compagnia dialettale di Romano Rovelli, che sul finire degli anni Ottanta del secolo scorso portò in scena tre commedie? Lo fece quasi istintivamente, compilando il Dizionario del dialetto di Garbagna e venendo a contatto con i libri di Mario Franchini, perché la vocazione per il teatro Garbagna ce l’ha nel DNA. Forse per questo quando, vent’anni fa si ristrutturò l’area della biblioteca (oggi intitolata a Romano Rovelli) si pensò di attrezzare il cortile esterno con un palco, ricavando così uno spazio per fare spettacoli.

IMG_7719

Nel “Cortile Rovelli” si tengono gli spettacoli serali del borgo delle storie. Venerdì è andato in scena “Novecento” di Alessandro Baricco ad opera del Laboratorio Teatrale di Brescia e ieri sera è stato il momento di “Cabaret Sacco e Vanzetti”, la commedia con cui il Teatro dei Borgia racconta, in toni comici ma comunque impregnati di impegno sul fronte dell’arte civile, la vicenda di due migranti italiani, entrati a far parte della storia del ‘900 come vittime e simbolo di ogni discriminazione e ingiustizia. Il pubblico del borgo delle storie vedrà lo spettacolo di questa stagione prima ancora di quello di Milano, in cui è previsto nel cartellone della stagione invernale. Questa sera gran finale con il Teatro Invito Ultimaluna e lo spettacolo “Macbeth banquet”, rilettura molto originale di una delle tragedie di William Shakespeare, in cui teatro e cucina s’incontrano in maniera inaspettata.

Sono comunque tanti gli ospiti eccellenti attesi a Garbagna per per questi ultimi due giorni di festival: i burattini dell’importante compagnia Aldrighi di Treviso, portati sul nostro territorio grazie alla collaborazione con l’Associazione Sarina che sta curando in questi giorni la rassegna di teatro di figura Baracche di Luglio”; Giulio Massobrio, che a Garbagna farà una delle prime presentazioni nazionali del suo libro “Il maestro del silenzio” edito da Rizzoli. Orsetta Borghero che ad ottobre vedremo su Canale 5 in una serie tv, solo per citarne alcuni.

Claudio Cheirasco

Cortile Rovelli pubblico serale

Pubblicato da limontenews

Il magazine di informazione, cultura, eventi e sport dalla Liguria e dal Basso Piemonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: